Provincia
Progetto indirizzato ad una 26enne diversamente abile
La nuova vita di Carlotta comincia dal lavoro e dall’auto
pubblicato il 6 dicembre 2018 alle ore 19:13

Borgo Virgilio  «E’ l’anno più bello della mia vita, perché in un colpo solo ho trovato un lavoro e anche un’auto con cui potermi muovermi». Le parole, commosse, sono di  Carlotta Carra , giovane 29enne residente a Cerese, che nonostante la disabilità è riuscita a trovare un’occupazione stabile presso una nota azienda del territorio, la Gabbiano Spa. Questo è stato possibile grazie alla sua ammirabile tenacia, ma anche al progetto promosso dall’amministrazione comunale di Borgo Virgilio teso a favorire il suo percorso di autonomia. Un progetto illustrato ieri mattina nella sala consiliare e reso possibile tramite una raccolta fondi alla quale ha contribuito la Fondazione Bam. Per Carlotta il progetto di una vita autonoma non sarà più un miraggio. Proprio grazie alla generosità della Fondazione Bam, che ha erogato 13.500 euro, e al contributo del Comune, che a sua volta ha stanziato 3.900 euro, è stata acquistata un’autovettura attrezzata - modello Toyota Yaris - con la quale la giovane potrà raggiungere il luogo di lavoro. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di diversi enti e realtà che hanno fatto rete e si sono dimostrati sensibili e capaci di comprendere le necessità del territorio fornendo un aiuto concreto. In particolare, la Caritas Diocesana di Mantova e FOR.MA, azienda speciale della Provincia di Mantova, hanno svolto un ruolo importante sostenendo e facilitando il percorso di inserimento lavorativo della ragazza. «Oggi (ieri per chi legge, ndr) è un giorno importante e di speranza, il completamento di un percorso grandioso che vede come protagonista assoluta la nostra amica Carlotta - afferma il sindaco  Alessandro Beduschi  -. Uno degli obiettivi riconosciuti del nostro mandato è rispondere alle esigenze delle persone diversamente abili e delle loro famiglie. Questo progetto si colloca in un quadro complesso di azioni e interventi a sostegno della disabilità che hanno lo scopo di incentivare spazi di socializzazione e integrazione sociale». Soddisfatta anche  Teresa Amatruda , assessore ai Servizi sociali: «Grazie a un lavoro sinergico il Comune e all’impegno di persone davvero straordinarie siamo riusciti a mettere in rete risorse e competenze per aiutare una nostra concittadina a realizzare un vero percorso di autonomia. L’obiettivo condiviso è prevenire e contrastare l’emarginazione delle giovani persone disabili e, al tempo stesso, stimolare le loro capacità e potenzialità individuali».  Andrea Dodi , direttore generale della Gabbiano Spa, ha evidenziato come sin dai primi giorni di lavoro Carlotta si sia subito dimostrata particolarmente brava nello svolgere i compiti che le sono stati affidati, mentre Graziano Mangoni, direttore generale della Fondazione Bam, ha fatto sapere iniziative di questo genere avranno sicuramente un seguito. Alla consegna dell’auto, avvenuta davanti alla sede municipale, erano presenti anche il vicesindaco  Giancarlo Froni , gli assessori  Elena Dall’Oca  e  Francesco Aporti , il parroco di Cerese e Cappelleta  Monsignor Claudio Giacobbi  , la rappresentante dell’azienda FOR.MA.  Albertina Chirico   e i riferenti del Gap.

 

 

 

 

Matteo Vincenzi
Commenti