Eventi
VIDEO - Alla Galleria Sartori
Caranti espone la natura con "la Terra è madre"
pubblicato il 18 marzo 2018 alle ore 16:13
immagine
Antonio Caranti in mostra alla Galleria Sartori

Mantova - La terra e l’uomo o meglio la natura e l’uomo. Da sempre questo binomio ha ispirato artisti che hanno provato a raccontarne con le loro opere l’importanza del rispetto degli equilibri che tra loro debbono esistere. Uno dei personaggi che maggiormente ha saputo interpretare la necessità che l’uomo abbia un rapporto con la natura scevro dai luoghi comuni e aperto a un “dialogo” costruttivo è di certo Antonio Caranti. L’artista romagnolo è oggi il protagonista assoluto, con la personale allestita alla Galleria Arianna Sartori di Mantova, in via Cappello 17, di un’esposizione dal titolo “Terra mater est – fragmentum” che si potrà ammirare sino al prossimo 29 marzo. Una mostra che stimola il singolo a un momento di riflessione sul valore non solo artistico del rapporto tra la natura, la terra e l’uomo; valore che va salvaguardato e maggiormente testimoniato nella quotidianità con atti concreti. Nel rapporto con la natura, l’uomo si guarda, si specchia e capisce se stesso: i suoi errori, i suoi limiti, le sue stesse origini. Sin dagli esordi Antonio Caranti è pittore, ceramista e scultore. Il filo della sua ricerca artistica si basa soprattutto sul uomo e la natura e sulle visione notturne e giornaliere che lo circondano. La sua riflessione di artista tocca territori che dall’informale slittano verso un espressionismo di sapore tedesco fino ad arrivare ad un surrealismo cosmico.

Paolo Biondo

Commenti