Sport
Calcio Promozione: il derby
Il Marmirolo si illude, ma alla fine ride la Castellana
pubblicato il 3 dicembre 2018 alle ore 15:12
immagine
Borghi

Castel Goffredo  Tre successi in campionato che coincidono con tre vittorie nei derby per la Castellana. Dopo Castiglione ed Asola, a farne le spese stavolta è il Marmirolo, che, pur in vantaggio al termine della prima frazione di gara, esce dal terreno di gioco del “Don Aldo” a mani vuote abbattuto dalla doppietta dell’ex neroverde Cesare Borghi. I tre punti permettono ai goffredesi di rifiatare dopo lo stop del turno precedente e riprovare a cercare una necessaria continuità di risultati ora che l’organico è anche stato puntellato da una serie di rinforzi quali Ciadamidaro, Sapetti, Pradella e Zanotti, già in campo ieri fin dal via. Nelle file marmirolesi ha esordito, invece, la quota del '97 Bellinazzi, proveniente dal Mozzecane, in attesa di ulteriori auspicati inserimenti che potrebbero arrivare in settimana.
Sul sintetico goffredese a premere maggiormente nelle prime battute è la squadra di casa, pericolosa già al 6’ sul colpo di testa di Borghi ad intercettare un traversone dalla destra di Pradella che finisce alto di poco. Al 10’, addirittura, la Castellana colpisce il palo (non sarà nemmeno l’unico) con l’ex Governolese Ciadamidaro, mentre poco dopo un altro stacco di testa di Borghi, stavolta a segno, viene vanificato dalla segnalazione di fuorigioco del numero nove biancazzurro. Al 18’ ci prova anche il difensore Napolano, in percussione offensiva, che tenta un pallonetto dal limite poco sopra la traversa. Inaspettatamente, almeno per quanto visto sin lì, è la formazione ospite a passare in vantaggio appena superata la mezz’ora di gioco. 31’, punizione da 40 metri proprio del neoarrivato Bellinazzi che colpisce la traversa, la palla carambola in area ove è appostato Ndiaye che porta in vantaggio il Marmirolo. Che nella ripresa avrebbe l’occasione per sigillare il match, ma al 55’ la conclusione ravvicinata di Matkovic, sugli sviluppi di un calcio piazzato, viene respinta da Merigo. Rovesciamento di fronte e implacabile scatta la regola del gol sbagliato uguale gol subìto, con Borghi ad insaccare in piena area la più classica rete dell’ex al 56’. Non solo, perché al 73’ la punta goffredese, ben imbeccata da Ciadamidaro, concede il bis superando con un pallonetto Garzon in uscita. Il Marmirolo è schiantato al suolo e di lì in poi non si riaffaccerà più in zona d’attacco, mentre la Castellana andrà ancora vicina alla realizzazione. Prima, al minuto 80, con un tentativo dal limite di Parisio allontanato in corner, poi, soprattutto, con due super opportunità per il subentrato Sane in extremis. Precisamente al 93’ quando Conidoni e lo stesso Sane vanno in velocità ma quest’ultimo trova il palo a porta praticamente vuota; e infine al 94’ ancora con Sane che solo davanti al portiere si fa deviare il tiro in angolo. E’ l’ultimo acuto, il derby è della Castellana.  
 

Redazione Sport
Commenti