Sport
Calcio Eccellenza
La Governolese di Graziani non si ferma più
Distrutto il Telgate con un primo tempo super (gol di Ghirardi e Mambrin): quarta vittoria di fila
pubblicato il 3 dicembre 2018 alle ore 15:02
immagine
Ciccio Graziani

Governolo  Poker d’assi per la Governolese, che grazie ad una gara tatticamente perfetta porta a casa il quarto successo consecutivo dall’avvento in panchina di mister Graziani. Squadra vera, quella rossoblù, alla quale è bastato un primo tempo sontuoso per domare un Telgate, almeno per quanto visto ieri, forte solo sulla carta. Gli orobici infatti, nonostante un tridente offensivo da stropicciarsi gli occhi (Maccabiti-Lleshaj-Guariniello), si sono dimostrati un collettivo disunito e incapace di mordere; il nuovo tecnico Pala avrà il suo bel da fare per invertire un trend che inizia a farsi preoccupante. Dieci e lode invece ai Pirati, capaci di sovrastare i bergamaschi sotto tutti i punti di vista; atleticamente non c’è stata partita e l’impressione è che il “credo” di Graziani si già stato ben assimilato dai suoi. Unico neo, come rivelato anche da Ciccio ai taccuini a fine match, la gestione dei secondi 45 minuti, quando i padroni di casa hanno preferito aspettare l’avversario limitandosi a ripartire anziché comandare il gioco: vero che attendersi una ripresa frenetica come la prima frazione era impossibile, ma forse qualcosina in più si poteva fare. Veramente difficile comunque trovare qualcosa che ieri non abbia funzionato. La difesa si è rivelata assolutamente impenetrabile, i terzini non hanno concesso un cross, il solo Chiarini ha dominato sui dirimpettai, mentre davanti Ghirardi si è rivelato assolutamente immarcabile. Complimenti davvero, a tutti quanti. 
Le squadre non fanno in tempo a studiarsi che i Pirati la sbloccano già dopo 4’: Lauricella, dopo aver ricevuto da Pernigotti sulla sinistra, si accentra e finta la conclusione imbeccando invece Ghirardi, che dopo aver eluso il tentativo di offside bergamasco inchioda da due passi l’incolpevole Gherardi. Al 15’ la Gove sfonda ancora sulla sinistra sull’asse Pernigotti-Lauricella, che un delizioso esterno destro imbecca perfettamente Ghirardi che prova a saltare l’estremo ospite, il quale si salva alzando d’istinto il ginocchio. Poco prima dell’intervallo giunge il meritato raddoppio dei padroni di casa: direttamente da corner, Mambrin insacca con un potente colpo di testa sotto la traversa per la gioia dei sostenitori rossoblù. 
Al rientro dagli spogliatoi Pala ne cambia tre (entra anche l’ex Zanotti), gli ospiti alzano il baricentro ma non si rendono mai pericolosi, tant’è che le uniche conclusioni sulle quali Gottardi deve rispondere presente sono quelle di Fantoni e dello stesso Zanotti, entrambe da calci di punizione. Al 70’ bel tiro a giro dai trenta metri di Micheloni, parato centralmente da Gherardi. Da segnalare che al 55’ la gara è  stata interrotta per una decina di minuti per consentire ai sanitari di soccorrere il giovane Belotti, sostituito al termine della prima frazione per un colpo ricevuto al capo e per il quale si è dovuto ricorrere al trasporto in ospedale mediante ambulanza. Auguri di pronta guarigione.

Redazione Sport
Commenti