Viadana: notte alcolica
Minorenne ubriaco sfiora il coma etilico
pubblicato il 3 dicembre 2018 alle ore 12:11
immagine
Minorenne ubriaco sfiora il coma etilico

Viadana Quasi non riusciva a reggersi in piedi, e nonostante questo non era ancora riuscito a placare la propria sete. Tanto che, giunto poco prima delle 2 della notte tra sabato e ieri nei pressi di un locale in centro, dalle parti di via Grazzi Soncini, è entrato in un pub chiedendo ancora da bere. I titolari però, vedendo che il ragazzino, che poi si sarebbe scoperto essere un 17enne e quindi ancora minorenne, era palesemente ubriaco, hanno deciso di non servirgli nulla. Inutili le insistenze da parte del giovane, che altro non hanno fatto che convincere i titolari del locale ad intervenire.
E infatti nel giro di pochi istanti i propietari del locale, prima che il ragazzino perdesse i sensi, hanno chiamato il 118, spiegando di essere alle prese con un ragazzo decisamente molto giovane, palesemente e pesantemente ubriaco, che chiedeva da bere. Sul posto sono quindi arrivati i sanitari del 118 e i carabinieri di Viadana, giunti nel locale per verificare che non vi fossero problemi troppo gravi. Problemi gravi alla fine non se ne sono verificati, ma  i sanitari del 118 hanno alla fine deciso di portare il 17enne al pronto soccorso dell’ospedale Oglio Po. Qui il ragazzino è stato sottoposto ad una lavanda gastrica e alla fine, considerato che le sue condizioni non erano preoccupanti nonostante la pesante sbronza, alla il giovanissimo è stato dimesso e recuperato dal nonno, giunto all’ospedale in piena notte.
Non è di certo la prima volta che giovani non ancora maggiorenni si trovano alle prese con sbronze colossali. Sia in città che in provincia infatti nel corso degli ultimi mesi si sono purtroppo moltiplicati gli interventi del 118 e, in alcuni casi, anche delle forze dell’ordine, per andare in soccorso a ragazzini o ragazzine che avevano esagerato con l’alcol. Solamente tre domeniche fa a Mantova sono state soccorse due ragazzine che a causa dell’alcol avevano addirittura perso i sensi in strada.

g.b.
Commenti