Provincia
La Regione approva sette bandi
Gal Terre del Po, oltre 3 milioni sul territorio
pubblicato il 1 dicembre 2018 alle ore 13:40
immagine
Gal Terre del Po, oltre 3 milioni sul territorio

Mantova

Sette bandi, per un totale di tredici azioni a sostegno del sistema rurale di un territorio che va da Viadana a Sermide e Felonica: il Gal (Gruppo di Azione Locale) Terre del Po ha presentato ieri a Casalmaggiore le azioni destinate ai comuni che fanno parte dell’ente di promozione territoriale.
Nel corso della settimana appena trascorsa il Gal Terre del Po ha visto infatti l’approvazione di sette bandi da parte di Regione Lombardia. Si tratta di un totale di tredici azioni destinate ai progetti dei beneficiari. Il contributo totale pubblico messo a bando corrisponde pertanto ad un totale di 3 milioni e 110mila euro, corrispondente al 59,2% del contributo complessivo a disposizione del Gruppo di Azione Locale.
Un plafond di una certa importanza, e che si muove su tre ambiti diversi di azione: due bandi sono indirizzati a progetti per la promozione e la valorizzazione della filiera corta (bandi 3.2.01 e 4.2.01); tre riguardano incentivi per lo sviluppo di servizi in favore della popolazione rurale e delle imprese (bandi 7.4.01 ambito 1, 2 e 3); due, infine, hanno l’obiettivo di finanziare lo sviluppo di infrastrutture e di servizi turistici locali (bandi 7.5.01 ambito 1 e ambito 2).
La presentazione di ieri è stata anche lì’occasione per fare il punto sull’attuale situazione operativa dell’ente ma anche su quelle che sono le strategie future, destinate a un territorio abbastanza ampio ma comunque decisamente omogeneo per necessità e istanze da soddisfare: il Gruppo di Azione Locale Terre del Po, ente di promozione del territorio, nasce dalla scissione del precedente Gal Oglio Po e dalla fusione col già esistente Gal Oltrepò. Nel corso del 2018 è stato istituito l’apparato tecnico, con l’assunzione del direttore Fabio Araldi e dei due coordinatori del territorio (Chiara Casali a Rivarolo Mantovano e Alessandro Moretti a Quistello). La seconda parte dell’anno corrente ha visto pertanto lo sviluppo del Gal che ha così potuto attuare il proprio Piano di Sviluppo Locale.
Questa dunque la situazione attuale ma è chiaro che, al di là del già importante sforzo profuso nella produzione di questi ultimi bandi, l’azione è destinata a ingrandirsi nel prossimo futuro: il Gal infatti, oltre a ricevere i progetti dei possibili beneficiari, continuerà la produzione di bandi, sino ad arrivare a mettere a bando il 100% delle risorse a disposizione nel corso del 2019. Sono inoltre previsti due eventi pubblici: l’assemblea a Casalmaggiore del prossimo 5 dicembre e quella a Quistello del prossimo 7 dicembre. Nell’occasione si entrerà maggiormente nello specifico presentando a tutti gli interessanti le modalità di accesso al credito, la percentuale di contributo e i tempi tecnici.
 

 

Redazione provincia
Commenti