Provincia
Fondi dalla Regione
Torre civica, Gonzaga incassa 140mila euro
pubblicato il 1 dicembre 2018 alle ore 13:29
immagine
Torre civica, Gonzaga incassa 140mila euro

Gonzaga Un’ulteriore tranche da  140mila euro  è stata riconosciuta al Comune di Gonzaga per  completare l’intervento di consolidamento della torre civica , nella centrale Piazza Castello. Le risorse, assegnate dalla struttura commissariale per il sisma, saranno utilizzate per alleggerire la volta e adeguare la pavimentazione del primo piano della struttura, poiché soggetta nel tempo a fenomeni di stratificazione. L’intervento è già autorizzato dalla Soprintendenza e la volontà  dell’amministrazione guidata dal sindaco Claudio Terzi è quella di indire la gara per l’assegnazione dei lavori entro l’anno.
Danneggiata dalle violente scosse del maggio 2012, la torre era già stata sottoposta a un primo,  complesso intervento di consolidamento e ristrutturazione, che ha comportato un investimento di 400mila euro di cui 116mila provenienti dal Comune, grazie alla copertura assicurativa, e 284mila dalla struttura commissariale.
Per dare corso all’operazione, nella sua ultima seduta il consiglio comunale ha votato all’ unanimità la variazione al bilancio di previsione, dando inoltre il via libera alla variazione al programma triennale delle opere pubbliche per poter mettere a gara, entro l’anno, il  progetto definitivo-esecutivo di riqualificazione di Palazzo Gazzolda , edificio storico danneggiato dal sisma, che è stato oggetto di un percorso di progettazione partecipata aperta alla cittadinanza. Per la fase progettuale, l’amministrazione comunale ha stanziato  50mila euro attingendo a risorse provenienti dalla copertura assicurativa.
Il consiglio si è inoltre espresso in maniera unanime per la dichiarazione di pubblica utilità di un immobile disabitato a ridosso dell’incrocio tra via Quagliotta e via Bondeno degli Arduini, a Bondeno, che sarà demolito per allargare il crocevia.  L’operazione, del valore di 30mila euro, consentirà di rendere più sicura la circolazione. L’investimento trova copertura nelle risorse legate all’ordinanza per la ricostruzione e riqualificazione dei centri storici, che l’amministrazione si è  assicurata.

 

Redazione provincia
Commenti