Sport
Per riaprire il campionato
Mantova senza Correa, ma a trazione anteriore
pubblicato il 10 marzo 2018 alle ore 11:07
immagine
Silvano Raggio Garibaldi torna titolare; nelle ultime tre partite era subentrato a gara in corso

Mantova - Solo un paio di dubbi: uno sulla quarta quota e uno sul modulo. Così fa credere Renato Cioffi alla vigilia del recupero con la Liventina, in programma sabato 10 marzo alle ore 15.00. In realtà, è probabile che il tecnico del Mantova abbia già sciolto i nodi ma non voglia rivelarlo. Il punto cruciale è l’assenza di Correa, a causa del cartellino giallo contro il Calvi, “cercato” per consentirgli di essere a disposizione nel ben più impegnativo (sulla carta) match di domenica 18 ad Arzignano. Escluse le prime tre disgraziatissime partite, è la prima volta che l’argentino marca visita. E sarà curioso vedere se e come i compagni riusciranno a cavarsela, in una partita che, complici i risultati della settimana scorsa, potrebbe clamorosamente riaprire i giochi per il primo posto (ma solo in caso di vittoria). Oltre a Correa, sicuri assenti saranno Moi, alle prese con una contrattura al polpaccio sinistro; Guazzo, che sta curando la lesione al flessore; Eddy, impegnato a Viareggio con la Rappresentativa; e Ricci, che giocherà con la Juniores. Riccò, recuperato dopo due settimane, andrà in panchina. Dicevamo dei dubbi. Per quanto riguarda il modulo, è favorito il 4-2-3-1 con  Lazarevs tra i pali; Camara, Simone Aldrovandi, Bertozzini e Franchini in difesa; Palma e Raggio Garibaldi in mediana; Saporetti, Suriano e Barone a supporto dell’unica punta Debeljuh. L’alternativa è il 3-4-3 ma con gli stessi uomini: Franchini e Saporetti si porterebbero sulla linea di centrocampo, mentre Suriano e Barone affiancherebbero Debeljuh in attacco. Il ballottaggio sulla quarta quota riguarda invece Saporetti e Carrasco, ma l’ex Bologna sembra avere maggiori chance. Gli altri giovani sono Lazarevs, Camara e Franchini. Ci sarebbe poi un altro punto interrogativo che riguarda Cascone: il difensore (e vicecapitano) biancorosso non è stato schierato tra i titolari nell’amichevole di mercoledì con gli Allievi. Una scelta probabilmente non casuale: Cascone, infatti, è in diffida e corre il rischio di saltare proprio il big match di Arzignano. Per questo mister Cioffi potrebbe “risparmiarlo” sabato. Intanto è stato designato l’arbitro della partita: Emanuele Bracaccini di Macerata, coadiuvato da Caterina Sugamiele di Cesena e Alessandro Panzardi di Bologna.

Gabriele Ghisi

Commenti