Eventi
Musica da camera
Concorso Canneto: Rossetti e Ferrari, primi ex aequo
pubblicato il 5 marzo 2018 alle ore 18:33
immagine
Una delle esibizioni all’interno del concorso svoltosi a Canneto

Canneto sull’Oglio - Si è concluso domenica 4 marzo al teatro comunale “Mauro Pagano” della città dei vivai, il “5° Concorso Internazionale di Musica da camera e per strumenti solisti” promosso dall’associazione musicale “Stanze dell’Arte” di Cremona. Una tre giorni dedicata alla musica che ha visto salire sul palco del teatro cannetese grandi interpreti che hanno dato lustro a questo concorso che negli anni si è ritagliano uno spazio importante. Il primo premio ex aequo è stato assegnato a Tiziano Rossetti (pianoforte) e Aldo Ferrari (chitarra) entrambi con il punteggio di 98/100, al secondo posto Arianna di Pasquale (fisarmonica) con 96/100 mentre al terzo posto Giuseppe Buscemi (chitarra) con 90/100. Il primo premio assoluto per la categoria "Musica da Camera" è stato, invece, assegnato al “Quartetto Elsa” che ha riportato l'eccellente votazione di 100/100. Intento degli organizzatori era quello di promuovere lo splendido teatro cannetese, a livello nazionale e internazionale, e di realizzare una manifestazione ai massimi livelli per promuovere e diffondere l’interesse verso la musica. L’amministrazione guidata dal sindaco Raffaella Zecchina ha accolto, infatti, volentieri la proposta del direttore artistico e musicale maestro Andrea Di Giovanni per riportare la lirica e la musica nel loro habitat naturale, lo splendido teatro comunale “Mauro Pagano”. Il concorso ha avuto anche l’importante contributo della Regione Lombardia, il patrocinio della Provincia di Mantova, del Conservatorio “Lucio Campiani” di Mantova e del Comune di Canneto sull’Oglio. I concorrenti sono stati valutati da una commissione composta da personalità prestigiose: il maestro Matteo Pittino presidente di commissione, il maestro Andrea Di Giovanni, il maestro Loredana Romano, il maestro Massimo Repellini, il maestro Massimo Botter e il maestro Simone Veccia. Il concorso ha visto la presenza di artisti di tutta Italia e diversi Paesi stranieri.

Paolo Zordan

Commenti