Eventi
Intrigante progetto culturale
Al Campiani nasce il laboratorio di musica antica
pubblicato il 13 febbraio 2018 alle ore 14:59
immagine
La presentazione del progetto “Laboratorio di musica antica”. A destra: Francesca Zaltieri

Mantova - “Siamo onorati di avere con noi artisti importantissimi del panorama internazionale, presenze che impreziosiscono questo lavoro” ha affermato Salvatore Dario Spanò, direttore del Conservatorio “Campiani” presentando il progetto “Laboratorio di musica antica”, attività figlia del Conservatorio, nata in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia, sede di Cremona. Il progetto, curato dai docenti Ilaria Gerondi e Roberto Perata, è rivolto a chiunque voglia approfondire le problematiche della teoria e della prassi della musica antica, con focus al repertorio che va dalla fine del Cinquecento fino alla metà del Settecento. Molte le  attività: lezioni sulle specifiche problematiche teoretiche e interpretative, masterclass con importanti specialisti riguardo la parassi esecutiva della musica barocca, tra i nomi presenti quelli di Liana Mosca (violino), Antonio Papetti (violoncello) e Massimiliano Dragoni (percussioni barocche), produzioni musicali in campo vocale e strumentale riguardo la musica italiana per danza, l’opera del Seicento e del repertorio madrigralistico. Si concluderà, a giugno, nella produzione della “Pazienza di Socrate “ di Antonio Draghi. La Masterclass con oggetto il canto, iniziata lunedì 12 febbraio, tenuta dalla contralto Sara Mingardo, rinomata artista del settore, terminerà oggi, martedì 13 febbraio, alle ore 18:30, con un concerto gratuito al Bibiena. (a.b.)

Commenti