Sport
Calcio Prima Categoria
Curtatone eliminato dalla Coppa Lombardia
pubblicato il 12 ottobre 2018 alle ore 15:31
immagine
Il portiere Contesini

Curtatone Non resta che il rammarico al Curtatone. Una partita domata ma mai dominata del tutto, con qualche errore di troppo. L'Urago Mella ne approfitta al momento giusto e fa suo il match.
In un campo che possiamo tranquillamente definire maculato, per le tante buche rattoppate con sabbia alla bell'e meglio, è l'Urago Mella a farsi pericoloso dopo tre minuti. Diop coglie al meglio un lancio in profondità e prova la sorpresa di prima intenzione, ma Contesini emula Ospina (o Garella per i più nostalgici) del Napoli e gli dice di no. Sul rovesciamento di fronte, Michielotto prova il colpo da biliardo in acrobazia, Nicolardi si oppone con la mano di richiamo. Al 9' Capucci risolve una serie di rimpalli con una bella conclusione, la quale tuttavia si impenna oltre la porta. Arriva quindi una ventina di minuti letteralmente soporifera, salvo poi il risveglio targato Nac: pregevole scambio tra Cavalli e Michielotto, con quest'ultimo che però lascia partire un tiro nemmeno degno di questo nome. Sessanta secondi dopo, sugli sviluppi di un corner, l'Urago prova a far male al Curtatone col tiro di strada: la potenza c'è, la precisione pure, la fortuna no. La palla esce di un soffio e Contesini tira un sospiro di sollievo.
La ripresa non parte certamente sulla falsariga dei primi quarantacinque minuti, mettendoci un po' a carburare. Il primo squillo lo fa il Curtatone al 56' con la punizione di Passarino, stoppata dalla barriera e col pallone che arriva placido tra le braccia di Nicolardi; il dieci locale lamenta un tocco di mano, ma per il direttore di gara è tutto ok. Minuto 61: Ouanchi ha sui piedi una ghiotta occasione, ma la sua conclusione lascia a desiderare e Contesini fa sua la sfera. Al 74' il Curtatone ha l'occasione più limpida della ripresa: il colpo di testa di Capucci, tuttavia, sorvola lo specchio. Clamoroso quanto accade quattro minuti dopo: Passarino si inventa un corsa teso dalla destra, Crescini si avventa per spazzare, ma colpisce il pallone con una potenza tale da spedirlo all'incrocio dei pali; per fortuna dei bresciani la palla sbatte solo sul legno. Mentre sugli spalti si inizia a ragionare sui possibili rigoristi, complice il risultato ancora fermo sullo 0-0 e il recupero prossimo ad essere assegnato, l'Urago Mella la sblocca. All'89', Contesini smanaccia un calcio d'angolo degli ospiti, fuori dall'area si avventa Bonometti che con un preciso fendente gonfia la rete e qualifica agli ottavi i bresciani.
 

Redazione Sport
Commenti