Cronaca
A processo per violenza una donna e un 50enne
Vendeva la figlia dell'amico, madre alla sbarra
pubblicato il 12 ottobre 2018 alle ore 13:03
immagine
Vendeva la figlia dell'amico, madre alla sbarra

Mantova Con la complicità di una parente avrebbe favorito il compimento di atti sessuali sulla propria figlia all’epoca dei fatti poco più che una bambina Una vicenda delicata e di assoluto degrado familiare quella approdata ieri mattina di fronte al collegio dei giudici. La vittima di questa agghiacciante storia è una ragazza dell’Est Europa, all’epoca infra 14enne, residente in un comune del bolognese e costituitasi a giudizio quale parte civile. I fatti contestati risalgono ad alcuni anni fa. Secondo quanto sostenuto dall’accusa, la madre avrebbe “venduto” la propria figlia ad un 50enne di Sustinente, anche lui rinviato a giudizio per atti sessuali su minorenne e pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico. Incontri sessuali in cambio di denaro, la cui cifre arrivavano a sfiorare anche gli 800 euro alla volta, e in cui il presunto orco oltre ad abusare della ragazzina l’avrebbe anche filmata, come si evince dal capo d’imputazione. In sostanza stando agli inquirenti la madre della vittima avrebbe organizzato in accordo con l’uomo, gli incontri a pagamento favoriti da una terza persona, per l’appunto la sedicente parente maggiorenne la cui posizione processuale è stata poi stralciata. Quest’ultima si sarebbe prostituita coinvolgendo la minore in quattro distinte occasioni e sempre in orari notturni. L’uomo, come detto, sarebbe anche accusato di detenzione di materiale pornografico in quanto in uno degli hard disk sequestrati dagli investigatori sono state rinvenute quasi trecento immagini ritraenti soggetti molto presumibilmente tutti minorenni. Ieri mattina in aula è stata ascoltata in un aula a porte chiuse prima la vittima, oggi maggiorenne e quindi l’insegnate a cui la ragazza aveva per primo confidato questi raccapriccianti episodi di violenza e abusi. La prossima udienza è stata fissata al 20 dicembre prossimo per l’audizione degli ultimi testimoni prima del verdetto finale.

l.n.
Commenti