Provincia
E' una sede terapeutica maschile
San Giorgio, inaugurata la nuova comunità per tossicodipendenti
pubblicato il 20 gennaio 2018 alle ore 21:56
immagine
Il municipio di San Giorgio

San Giorgio - Adesso la sua operatività sul territorio è divenuta ufficiale e per i suoi ospiti i progetti di recupero diventeranno un elemento che evidenzia l’importanza dello impegno sociale condiviso tra istituzioni e operatori del settore. È stata inaugurata venerdì sera, 19 gennaio, a San Giorgio la nuova Comunità Terapeutica maschile per tossicodipendenti realizzata in un contesto assai accogliente che è in grado di ospitare una ventina di ragazzi. Alla cerimonia, caratterizzata dagli interventi di autorità locali e di esperti del settore, hanno presenziato il sindaco di San Giorgio, nonché presidente della Provincia, Beniamino Morselli, il direttore del Servizio Dipendenze Mantova, Marco Degli Esposti, il presidente della Cooperativa di Bessimo Onlus che con i suoi operatori ha il compito della gestione della struttura, Giovanni Zoccatelli, il responsabile della comunità inaugurata, Giovanni Paini, e la presidente del Coordinamento Enti Ausiliari Lombardia (Ceal), Gabriella Ferraboli. Ognuno degli intervenuti ha sottolineato l’importanza di questa nuova realtà; un esempio per il territorio coinvolto di come ci si possa adoperare per cercare di restituire dignità a una persona che ha compiuto un percorso che l’ha portato a cancellarla. Il lavoro degli operatori consente al giovane ospite non solo di curarsi, ma anche di svolgere delle attività manuali e professionalizzanti, grazie ai laboratori creati all’interno dello stabile, che aiutano a raggiungere l’obiettivo. Prima della visita alle varie porzioni della struttura, un momento di particolare riflessione l’ha offerto don Albino Zillia, vicario della Diocesi di Mantova, che è intervenuto a nome dal vescovo, monsignor Marco Busca, prima della benedizione dei presenti e della comunità. La cerimonia ha poi avuto un altro momento significativo ovvero lo spettacolo proposto dalla compagnia bresciana “Teatrinitas” nell’auditorium del Centro Culturale di S. Giorgio e dal titolo “Madre”.

Paolo Biondo

Commenti