Provincia
Interventi anche a Rivalta
Sistemazione strade: vicina la fine dei lavori
pubblicato il 11 ottobre 2018 alle ore 12:30
immagine
Sistemazione strade: vicina la fine dei lavori

Rodigo  Sono giunti a conclusione gli interventi di sistemazione del manto stradale di alcuni tratti della viabilità del Comune di Rodigo. In questi giorni, infatti, l’intervento predisposto dal Comune ha fatto si che le strade maggiormente trafficate delle rete esterne e alcune vie interne del capoluogo e di Rivalta sul Mincio venissero rimesse a nuovo. Il progetto predisposto ha preso in esame alcuni dei tratti che presentavano un deterioramento piuttosto marcato che tra le altre cose poteva divenire motivo di rischi per le auto in transito e per le persone in genere. Favoriti anche dalle buone condizioni atmosferiche i lavori si sono svolti secondo i tempi stabiliti. Il passo successivo, ora, sarà quello di rifare la segnaletica stradale orizzontale nelle zone prese in considerazione. A tale proposito, vale la pena segnalare che, già da ieri l’attenzione sarà rivolta alle strade e vie del borgo rivierasco ove saranno rifatti i passaggi pedonali, le zone di parcheggio dei veicoli, gli stop e altre opzioni. Un intervento questo che nella volontà dell’amministrazione locale dovrebbe rendere ancora più sicuri i tratti coinvolti. Sempre sul versante della sicurezza si provvederà anche a riparare quelle piccole porzioni del manto stradale che necessitano di un livellamento affinché venga garantita una scorrevolezza regolare dei mezzi. Restando nel territorio di Rivalta sul Mincio è stato deciso dal Comune che una volta sistemata con la segnaletica orizzontale via Panicella si provvederà alla modifica della viabilità. In definitiva si passerà dal doppio senso di marcia a quello unico con senso di marca da via Francesca a all’intersezione con via Papa Giovanni Paolo II. Un ulteriore stralcio del programma di sistemazione della rete viaria, che andrà così a ridurre ai minimi termini le aree ancora da in attesa d’intervento, sarà reso operativo in primavera del prossimo anno.

Paolo Biondo
Commenti