Sport
Calcio Serie D
Mantova, è giunta l’ora della vittoria
pubblicato il 19 gennaio 2018 alle ore 15:42
immagine
Matteo Guazzo non vede l’ora di tornare al gol con la maglia del Mantova

Mantova - Una sconfitta, un pareggio, non resta che attendersi una vittoria. Bando alle ciance. Deve essere così. il Mantova di mister Renato Cioffi, non può permettersi tanti calcoli. Contro il Montebelluna, Correa e compagni, se vogliono ritornare a puntare ai piani alti, devono guadagnarsi l’intera posta in palio nella trasferta in terra veneta. Ci si aspettava ben altro inizio, sul piano dei risultati, nel 2018, ma le note liete arrivano solo sul piano del gioco: non si può certo dire che il Mantova non crei occasioni. Il problema, piuttosto, è che non arrivano i gol. Se l’Aciemme nelle ultime due giornate avesse capitalizzato, anche solo in minima parte, i pericoli creati, avrebbe sicuramente ben altra classifica. Non resta che affinare gli automatismi, e aggiustare la mira. Dopo il pareggio di domenica scorsa, il club di viale Te vuole ai tre punti e il tecnico campano Renato Cioffi non dovrebbe stravolgere più di tanto l’11 che ha pareggiato contro il Cjarlins. Molte le conferme, a partire dal modulo. Sarà 3-5-2. Tra i pali giocherà  Lazarevs. La prima novità sarà invece nel reparto difensivo. I tre centrali saranno Bertozzini, Cascone e  Moi, con il primo che farà il suo rientro in campo dopo aver scontato la squalifica, rimediata nel match di Verona. L’ex Castelvetro prenderà il posto di Camara, impiegato quasi sempre fino a questo momento. In mezzo al campo, confermati i due cursori esterni: Jozic a destra e Riccò a sinistra. In mezzo al campo l’unico avvicendamento riguarda Raggio Garibaldi, che sarà sostituito da  Palma. Al fianco di quest’ultimo Correa e Franchini. Davanti la coppia d’attacco Guazzo-Barone. Questo l’undici provato nella partitella di giovedì 18 gennaio, vinta per 10-0 contro la formazione Juniores. In linea di massima sarà quello che si vedrà domenica 21 gennaio dal primo minuto, contro la formazione di mister Zulian. I dubbi potrebbero essere in attacco con Carrasco che potrebbe contendere una maglia allo stesso Barone. In quel caso potrebbero venire rimescolate le quattro quote. Dovrebbe essere a disposizione regolarmente Suriano, che negli ultimi giorni si sta allenando a parte per un problema al flessore. L’attaccante biancorosso dovrebbe essere convocato, ma con ogni probabilità, per non rischiare, partirà dalla panchina. Intanto è stato confermato, quanto scritto giovedì, ovvero del reintegro di Raggio Garibaldi, che sembrava dover saltare per squalifica la gara contro il Montebelluna, per somma di ammonizione. Ma, come da regolamento, avendo cambiato società nel corso del mercato, vengono annullate le ammonizioni rimediate con la Lavagnese. Lo stesso vale anche per Bertozzini: virtualmente in diffida, ripartirà invece con la casella ammonizioni intonsa.

Tommaso Bellini

Commenti