Eventi
Dati Mibact: Mantova nella top30, ma 5 posti in meno rispetto alla classifica 2016
Il Palazzo Ducale fa un passo indietro
pubblicato il 7 gennaio 2018 alle ore 15:43
immagine
La biglietteria di Palazzo Ducale

Mantova - "I dati definitivi del 2017 segnano il nuovo record per i musei italiani: superata la soglia dei 50 milioni di visitatori e incassi che sfiorano i 200 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2016 di circa 5 milioni di visitatori e 20 milioni di euro”.  Così il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, Dario Franceschini ha presentato i dati dell’Ufficio statistica del Mibact sui risultati dei musei statali nel 2017.  Fin qui tutto bene, ma se guardiamo nell’orticello di casa nostra i dati strappano tutt’altro che un sorriso. Quel Museo di Palazzo Ducale alle soglie del podio nazionale alla fine del 2016 subisce invece un brusco rallentamento scivolando addirittura oltre il 20esimo posto. Dai 363.173 visitatori del 2016, il Ducale ha chiuso il 2017 attestandosi a 322.729 visitatori con un -11,1% piuttosto significativo. Alle radici di questo calo senza dubbio la fine di "Mantova capitale italiana della cultura", un’etichetta che ha senz’altro funzionato come incentivo al turismo portando diverse migliaia di  visitatori in più in giro per la città con naturale beneficio di tutte le bellezze artistiche del capoluogo, Palazzo Ducale compreso. Dati alla mano, dunque, non c’è stata l’onda lunga di Mantova capitale evaporata presto portandosi con sè oltre 40mila visitatori annui. Tuttavia a fronte di un aumento degli introiti di circa 20 milioni di euro (+11,7%) sono aumentati anche i visitatori non paganti (+15%). Tale aumento è ascrivibile al successo delle prime domeniche del mese che, nel solo 2017, hanno portato più di 3,5 milioni di persone gratuitamente nei luoghi della cultura statali. (r.c.)

 

 

Commenti