Cronaca
L'ALBUM DEI RICORDI - OTTOBRE 2017
"Dea bendata a Roncoferraro: gioca 42 euro, ne vince 315mila"
pubblicato il 1 gennaio 2018 alle ore 14:11
immagine
L'ALBUM DEI RICORDI - OTTOBRE 2017

Martedì 3
Mantova - La gravità di quanto avvenuto a Cittadella va ben al di là dei soli cinque giorni di prognosi rimediati da una 22enne nigeriana.  A venire pestata è stata una prostituta, poi soccorsa da una pattuglia della Guardia di Finanza, giunta sul posto a pochi minuti dal fatto. Il tutto è avvenuto a una delle postazioni dove tutte le sere giovani donne vendono il proprio corpo.
Giovedì 5
Mantova - Il gup di Mantova ha l’ex sindaco di Mantova Nicola Sodano perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza del processo che vedeva Sodano accusato di corruzione in atti d’ufficcio e abuso d’ufficio per le nomina del commercialista Domenico Laratta nel collegio sindacale della Fum.
Venerdì 6
Alto Mantovano - Una palestra, sì. Ma anche una sorta di alcova nella quale secondo le indagini condotte dalla Procura di Brescia si sarebbero consumati, per anni, rapporti sessuali con ragazzine non ancora maggiorenni. Almeno in un caso poco più che bambine. Tali rapporti si sarebbero consumati non solo tra il maestro di karate le presunte vittime, ma anche con altre persone, a volte contro la volontà delle ragazzine stesse.
Domenica 8
Castel d’Ario - Una battuta di caccia che si è conclusa nel modo peggiore, con un colpo che è partito accidentalmente ferendo in modo grave uno dei partecipanti: la dinamica è ancora in fase di accertamento da parte degli inquirenti ma nel frattempo un uomo di Desenzano è stato ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale della cittadina del Garda, dopo essere rimasto gravemente ferito sabato mattina a Castel d’Ario.
Mercoledì 11
Mantova - Ha abusato per mesi del fratellino, minore di 10 anni, perché glielo chiedeva una ragazzina conosciuta su facebook. Lei gli chiedeva di filmare i rapporti e spedirle i video, lui non sapeva che in realtà dietro quel profilo di una bella 17enne c’era un pedofilo di 40 anni.
Venerdì 13
Mantova - “È stato un attimo è invece è mezza vita, per l’altra mezza vediamo”. Sono bastate le prime parole della strofa iniziale di La vita facile per infiammare uno stracolmo Palabam. Ci mette davvero poco Luciano Ligabue a conquistare Mantova, città dove è tornato a sei anni di distanza dopo l’ultimo concerto.
Sabato 14
Gonzaga - Faccia a faccia con due ladri che si erano introdotti nella loro abitazione: minuti di terrore quelli vissuti  da una giovane madre e dai suoi due bambini. Una volta scoperti i malviventi, forse maghrebni si sono dati alla fuga.
Domenica 15
Mantova - Tutto esaurito o quasi per i luoghi aperti in occasione della Giornata del Fai d’autunno. Redondesco, Monzambano e Borgoforte hanno avuto migliaia di visitatori per la riapertura di alcuni dei luoghi storici chiusi da tempo. Castelli, torrioni, chiese e fornaci hanno registrato una grande affluenza approfittando della splendida giornata di sole.
Mercoledì 18
Canneto - Crema, panna, uova, ovviamente lieviti. Tutto all’interno di dolci dall’aspetto gradevole. Peccato che tali dolci fossero all’interno di un furgone ad una temperatura di circa 20 gradi, quando invece la temperatura massima per trasporti di questo tipo è di solamente quattro gradi. sequestrato in via Ruffilli a Guastalla circa tre quintali di dolciumi prodotti da una piccola azienda la cui sede è di Canneto.
Sabato 21
Roncoferraro - C’è un nuovo “paperone” nella zona di Roncoferraro. È il fortunato scommettitore che fa ha centrato al “SuperEnalotto” il “4 stella”, combinazione che gli ha permesso di incassare 315mila euro alla ricevitoria “Raimondi” di via Battisti, a Roncoferraro. Il titolare della tabaccheria Claudio Raimondi e la sua compagna Simona.
Domenica 22
Mantova - A prescindere dal risultato finale, che vinca il Sì o il No a questo punto è marginale, va detto che la sfida del referendum è stata ampiamente vinta dalla Lombardia e stravinta dal Veneto che ha raggiunto il quorum già. Nel Mantovano buona la risposta dei cittadini al voto e conferma da parte della Bassa, che invece ha privilegiato l’astensionismo.
Lunedì 23
Oltrepò - Una tornata referendaria accompagnata da polemiche davvero vibranti non aveva bisogno di concludersi con un risultato equivoco, e così è stato: il “sì” alla fusione tra i comuni di Revere, Villa Poma e Pieve di Coriano ha vinto in tutti e tre i paesi e all’indomani del successo referendario i sindaci si godono l’esito positivo pronti per far partire il nuovo Borgo Mantovano.
Giovedì 26
Mantova - Si chiude un capitolo. Anzi, una ferita, e persino sanguinante: quella di piazzale Mondadori, sulla cui area il piano esecutivo predisposto dalle precedenti amministrazioni prevedeva la costruzione di residenze, negozi, uffici, parcheggi e persino un albergo da cento camere. La svolta operata dal sindaco Mattia Palazzi porterà al “trasloco” del supermercato Esselunga da piazzale Te a piazzale Mondadori, senza più alberghi, negozi e il resto.
Domenica 29
Gazoldo - Definirla una notte da ladri è più che mai appropriato. Sì perché nel giro di pochissime ore una gang di malviventi è riuscita a penetrare, nel solo comune di Gazoldo degli Ippoliti, in quattro ditte e due scuole. Le ditte prese di mira sono la Pasetti Franco, che produce e installa impianti idrotermosanitari, la  Dante Ricambi, un fiorista e un piastrellista. Le due scuole sono l’alberghiero Don Bosco e l’asilo nido comunale. (A.T.)

Commenti