Provincia
A RIVAROLO, CARBONARA E SCHIVENOGLIA
Un milione di euro per recuperare tre edifici storici
pubblicato il 31 dicembre 2017 alle ore 20:29
immagine
Un milione di euro per recuperare tre edifici storici

MANTOVA  Un milione di euro per recuperare tre edifici storici della provincia di Mantova, che necessitano - in misura diversa - di interventi di restauro e conservazione: grazie al cosiddetto “Bando Bellezza” promosso dall’allora Governo Renzi, i fondi sono stati destinati, per il territorio virgiliano, alla Torre dell’Orologio del Palazzo Pretorio di Rivarolo Mantovano, a Corte Cucca di Schivenoglia e Villa Bisighini a Carbonara di Po. Scendendo nel dettaglio dei singoli finanziamenti, per il recupero della recinzione del Mausoleo di Villa Bisighini di Carbonara di Po sono stati destinati 365 mila euro, per Corte Cucca di Schivenoglia 600 mila euro e per la Torre dell'Orologio del Palazzo Pretorio di Rivarolo Mantovano sono stati destinati 271 mila euro. È stato il deputato mantovano Marco Carra (Pd) a informare della conclusione, alcuni giorni fa, del lavoro della Commissione che ha premiato i tre progetti mantovani nella lista dei 273 selezionati in tutta Italia, tra centinaia di richieste di contributo pervenute tramite il bando. L'iniziativa dell’allora Governo Renzi aveva l'obiettivo di finanziare interventi di recupero del patrimonio privato e pubblico di interesse storico-artistico e culturale per cui sono state investite risorse pari a 150 milioni di euro. «Un'iniziativa del Governo Renzi e del centrosinistra - commenta Carra - che con il finanziamento di questi progetti fa arrivare nel Mantovano oltre un milione di euro. Erano anche altre erano le domande dalla provincia di Mantova, che ho seguito insieme a queste, e che in questa prima fase non hanno trovato soddisfazione ma che appartengono ad un patrimonio di alto valore e progettualità da finanziare nel proseguio di questa importante iniziativa. Governo e centrosinistra, attraverso questa iniziativa, hanno messo a disposizione ingenti risorse per riqualificare una parte del nostro patrimonio (pubblico e privato) di valore artistico-storico-architettonico e per rilanciare un pezzo del nostro sistema economico. Personalmente sono soddisfatto che sul territorio mantovano arrivi oltre un milione di euro e un plauso va fatto anche agli amministratori locali, alle associazioni culturali e di cittadini che si sono mobilitati per il recupero del patrimonio dei loro Comuni». Interventi importanti dunque, e, nel caso di Corte Cucca, utili a sanare situazioni ormai consolidatesi e apparentemente senza possibile sbocco.

Nicola Antonietti

 

 

 

Foto
Commenti