Eventi e Società
“La ragione degli altri” chiude stasera la stagione 2017
Assieme a Pirandello al Teatro Minimo
pubblicato il 31 dicembre 2017 alle ore 18:25
immagine
Una scena dello spettacolo che verrà proposto stasera al Teatro Minimo

MANTOVA  Un altro bellissimo testo di Luigi Pirandello, “La ragione degli altri”, chiude il 2017 per la stagione natalizia del Teatro Minimo. La storia è di grande attualità. Due donne si fronteggiano: Livia, la moglie, ed Elena, l’amante ed ex fidanzata, da cui Leonardo ha avuto una figlia. Le convenzioni sociali della buona borghesia hanno costretto Livia a subire in silenzio il tradimento. L’intervento di suo padre Guglielmo, però, la porta ad una reazione inconsueta: Leonardo otterrà il suo perdono solo se la bimba potrà vivere con loro. Bisogna però convincere Elena a “lasciar andare” la figlia. Finale quindi a sorpresa e non del tutto scontato.

Va da sé che per il suo contenuto “La ragione degli altri” è stata banco di prova per molte grandi attrici passate, come Irma Gramatica, e più recenti, come Maddalena Crippa e Paola Gassman. Tra le opere di Pirandello, questa è diversa, anche se propone, opportunamente nascosti, i temi apparire-essere, la maschera dietro la quale ciascuno di noi si nasconde e l’angoscia esistenziale. In grande evidenza sono soprattutto i temi della maternità e dell’annullamento di sé per il bene altrui. Ma, a differenza di altri testi non c’è la complessità tipica di Pirandello. Lo spettacolo è di grande semplicità e comprensibilità.

Il drammaturgo scrisse “La ragione degli altri” nel 1895, derivandola dalla novella “Il nido” e titolandola “Il nibbio”. Egli la presentò nel 1915 come “Se non così’” e, successivamente, nel 1919, con il titolo attuale. Malgrado sia da molti considerata una delle opere migliori di Pirandello, importante quasi quanto i “Sei personaggi in cerca d’autore”, essa è poco conosciuta, non è mai stata molto rappresentata, e, per la nostra città, è una novità assoluta. “La ragione degli altri” va in scena per la regia di Valter Delcomune e nell’interpretazione di Sandro Boninsegna, Beatrice Cotifava, Valter Delcomune, Giovanna Granchelli, Levend Hasani  e Davide Uggeri. Scena, costumi  e luci sono a cura di Franco Ubezio. Collaborano alla realizzazione dello spettacolo Fiorenza Bonamenti e Sergio De Marchi,  con Wanda Demarchi alla porta. Servizio fotografico di Andrea Perina; progetto di locandina  di Franco Ubezio.

Dopo la prima di sabato 16 dicembre, questa sera alle 21:15 nella sede del gruppo, in via Gradaro 7/A, vi sarà  la tradizione replica di fine anno che si concluderà con gli auguri. Gli spettacoli riprenderanno nel gennaio 2018, tutti i sabati e le domeniche, a partire da sabato 6 gennaio fino a domenica 21. Informazioni e prenotazioni allo 0376 320407 oppure al 339 6884328. (a.t.)

 

Commenti