Eventi e Società
Giovani promesse artistiche si esibiscono sotto la direzione del maestro Darra
Al Bibiena classica e lirica per beneficienza
pubblicato il 30 dicembre 2017 alle ore 19:03
immagine
La presentazione del concerto “La musica è divertimento: dalla classica ai giorni nostri”

Mantova  (a.t.) Fondazione Discanto, con il patrocinio del Comune di Mantova, invita al concerto di fine anno dal titolo “La musica è divertimento: dalla classica ai giorni nostri” che si tiene al Teatro Bibiena di Mantova sabato 30 dicembre alle ore 20.30. La serata coniuga la qualità artistica alla gradevolezza dell’ascolto e si inserisce nel palinsesto delle iniziative rivolte alla città, che ambisce a mantenere un ruolo culturale di primo piano anche dopo l’anno di Mantova Capitale. Il programma è incentrato sul grande repertorio classico e lirico, con digressioni su compositori recenti, e propone all’ascolto pagine musicali tra le più belle e conosciute.

Il concerto è aperto gratuitamente a tutta la cittadinanza. Eventuali offerte libere verranno devolute in favore del restauro di cui necessita l’organo del Duomo di Mantova. Il concerto, con la direzione artistica del M° Stefano Darra (direttore generale di Fondazione Discanto, diplomatosi al Conservatorio “Lucio Campiani” di Mantova per poi aver intrapreso una brillante carriera come pianista e direttore d’orchestra) vede protagonisti tre vincitori delle ultime edizioni del Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti. Si tratta di giovani con una formazione altamente qualificata che hanno già intrapreso una carriera promettente, applauditi su importanti palcoscenici. Accompagna al pianoforte il M° Federico Donadoni. Il violoncellista diciassettenne Luca Giovannini, 1° premio 2015 nella categoria “Solisti”, con Menzione speciale della Giuria, Medaglia del Presidente della Camera dei Deputati e Menzione speciale come più giovane finalista. Avvicinatosi allo studio dello strumento all’età di otto anni, dal 2011 inizia a inanellare un considerevole numero di Premi vinti in prestigiosi Concorsi Internazionali. Suona un violoncello Ambrogio Sironi del 1920, di proprietà della Fondazione Antonio Carlo Monzino di Milano e si esibisce regolarmente in manifestazioni concertistiche di rinomanza mondiale. Il baritono Kim BongJung (Corea del Sud), vincitore del 1° Premio 2017 nella categoria “Canto lirico”, assegnato dalla giuria presieduta da Katia Ricciarelli. Dopo aver frequentato il Chonnam National University College of Music a Gwangju ha proseguito gli studi al Conservatorio di Parma. Ha già debuttato con successo in palcoscenico. Il soprano Chiara Fiorani, vincitrice del 3° Premio ex aequo 2016 nella categoria “Canto lirico”, assegnato dalla giuria presieduta da Renato Bruson, ha iniziato a esibirsi all’età di sei anni e ha debuttato in teatro a 19; si è diplomata con il massimo dei voti e la lode ai corsi di alto perfezionamento dell’Accademia Angelica Costantiniana e dell’Associazione Epta Italy. Tra le finalità di Discanto, vi sono: promuovere la diffusione della cultura, specialmente in ambito musicale; aiutare i giovani artisti ad affacciarsi al mondo del lavoro fornendo loro occasioni a livello professionale; creare una rete di networking con altre realtà; favorire il turismo culturale. Il Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti, giunto a tagliare il traguardo della ventiduesima edizione, si svolge nel mese di settembre a Sanguinetto (VR) ed è promosso dal Comune di Sanguinetto con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Comunità Europea, della Medaglia del Senato della Repubblica, e con il contributo della Regione Veneto.

Informazioni nel sito: www.fondazionediscanto.it  Tel. 392 2231495

 

Commenti