Provincia
Troppo complesso ottemperare alle norme di sicurezza, così gli organizzatori si fanno da parte
Castel Goffredo, addio al Carnevale
pubblicato il 30 dicembre 2017 alle ore 16:57
immagine
Figuranti in sfilata a una passata edizione del Carnevale castellano

Castel Goffredo  Questa volta pare che sia proprio il caso di dirlo: «Non esisterà più il Venerdì gnoccolaro di una volta». Proprio così: perché il 2017 che sta per finire porterà via con sé anche la magia dello storico e celeberrimo carnevale castellano. In una parola: salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, quest’anno il tradizionale carnevale castellano, così come tutti lo conoscono, non verrà organizzato. Motivo? Sicurezza e relative disposizioni. Al momento, considerate le recenti e stringenti disposizioni in materia, nessuno pare disposto ad assumersi la responsabilità di organizzare e gestire la grande manifestazione. La conferma arriva dal sindaco Alfredo Posenato. La circolare sulla security emanata dal capo della polizia e direttore generale della pubblica sicurezza Franco Gabrielli ha infatti aggravato il carico di responsabilità e burocrazia da rispettare da parte di sindaci - in questo caso Alfredo Posenato -, ma nel contesto specifico anche da parte di giunta comunale e associazione del “Venerdì gnoccolaro”.

Proprio su questo tema, in municipio si è tenuta una riunione durante la quale Posenato ha condiviso con i presenti, tra cui l’assessore Marco Maggi e l’avvocato Carla Bertoni Ganzi, la nuova normativa. Pare che le tempistiche imposte, ovvero venti giorni di anticipo, non consentano ad un’apposita commissione per gli spettacoli di pianificare e inviare alla Prefettura una mappa chiarificatrice sull’area urbana da porre in sicurezza con evidenziate le eventuali vie di fuga. Il timore di eventuali attentati, tra l’altro, si era già percepita solamente sabato scorso durante lo Shopping day, quando le autovetture della polizia locale erano state posizionate di traverso nelle strade di accesso al centro storico goffredese. Insomma al momento il carnevale castellano è a fortissimo rischio. Entro il 20 gennaio si saprà che ne sarà della magnifica corte vestita dalla maestra di alta sartoria Giuditta Pigatto, della corte di Re gnocco e delle tante e tradizionali iniziative del carnevale castellano. Probabile che la notizia provochi diverse reazioni e sorpresa, considerata la portata della manifestazione. (vlp)

Commenti