Cronaca
Rinvenuti a Medole in uno zaino durante una passeggiata
Trovano due teschi: giallo tra i campi
pubblicato il 31 dicembre 2017 alle ore 11:39
immagine
Carabinieri del RIS

Medole  Uno zaino abbandonato tra i campi e dentro due teschi. Aleggia una fitta coltre di mistero sul ritrovamento fatto venerdì 29 dicembre da due conoscenti che stavano passeggiando in campagna, insieme ai loro cani, non distante dalla località medolese Colla, verso il confine con Carpenedolo. Sulla vicenda, che sa davvero di giallo, indaga ora la Procura, subito avvisata dai numerosi carabinieri giunti sul posto per tutti i necessari rilievi del caso.

Sono circa le ore 16.00 del 29 dicembre. I due compaesani, entrambi medolesi, stanno facendo una passeggiata con i cani non lontano da strada Colla e dall’omonima località medolese, che si trova tra Perosso e il territorio di Carpenedolo. Ad un tratto uno dei due cani corre verso una sorta di fagotto lasciato in mezzo ai campi e inizia ad abbaiare. Incuriositi i due amici si avvicinano e si accorgono che si tratta di uno zaino. Non capendo come mai uno zaino possa trovarsi, abbandonato, tra le campagne medolesi, d’istinto aprono la cerniera. Ed è un momento di orrore: dentro allo zaino spuntano due teschi umani, completamente ripuliti.

Immediatamente i due chiamano il 112. Sul posto si precipitano i carabinieri: dal Reparto operativo al Radiomobile fino ai militari della stazione di Guidizzolo. I carabinieri raccolgono le testimonianze dei due medolesi che hanno fatto la macabra scoperta. Poi al via tutti i rilievi del caso. Dell’episodio il magistrato di turno è già stato informato e probabilmente già oggi, sabato 30 dicembre, verrà richiesto un esame da parte di un anatomopatologo. Non è escluso vengano coinvolti anche i Ris di Parma.

Tutte le piste, naturalmente, per ora sono aperte. Potrebbe trattarsi banalmente di resti rubati da qualche museo o collezione privata e poi per chissà quale motivo abbandonati nei campi, come potrebbe venire a galla anche qualche vicenda più delicata. Gli inquirenti starebbero verificando anche la pista di eventuali persone scomparse. La vicenda è ora in mano alla Procura, cui spetterà fare luce. Il giallo di fine anno è servito.

Giovanni Bernardi

Commenti