Provincia
Bondeno di Gonzaga: è la terza volta in un anno
Auto distrugge la recinzione di casa
pubblicato il 29 dicembre 2017 alle ore 22:09
immagine
La recinzione distrutta tra strada Bonine e via Bondeno di Roncore

Bondeno (Gonzaga) Un boato assordante scambiato in un primo momento per una forte scossa di terremoto. Non è stato un risveglio di Natale tranquillo quello vissuto all’alba del 25 dicembre dalla famiglia Pinotti-Pagliani a Bondeno di Gonzaga. Erano circa le 4,30 quando un automobilista nell’affrontare la semicurva all’incrocio tra strada Bonine e via Bondeno di Roncore, complice la velocità e l’asfalto ghiacciato, si è schiantato contro la recinzione della loro casa. Un problema questo che per la famiglia Pinotti si ripropone ogni inverno. Solo lo scorso anno due episodi fotocopia erano occorsi praticamente in contemporanea. «Abbiamo sollecitato il Comune ad intervenire numerose volte - hanno spiegato i coniugi Pinotti - ma la risposta ricevuta è sempre una: “Dobbiamo provvedere noi a buttare il sale”. In questo punto il sole non batte praticamente mai e l’asfalto resta ghiacciato anche nelle ore diurne: oltre al disagio di avere sempre la recinzione distrutta con le auto che si fermano praticamente sulla soglia di casa prima o poi qualcuno potrebbe rimanere ferito in modo grave se non si trova un rimedio». Informato della vicenda il primo cittadino Claudio Terzi ha dichiarato: «Di norma i percorsi dei mezzi spargisale vengono approntati dal Comune in accordo con Tea e comprendono i centri storici e le strade maggiormente battute. Per quanto riguarda le vie secondarie e di campagna, invece, la distribuzione del sale non avviene in modo capillare sull’intera rete viaria, ma è garantita solo in caso di eventi climatici eccezionali, come in previsione di un’abbondante nevicata o di grandi gelate notturne. Vista la situazione e i reiterati disagi per i residenti mi attiverò per cercare una soluzione. Attraverso un confronto con gli uffici preposti vedremo d’inserire quel tratto nel prossimo piano comunale contro neve e ghiaccio». (L.N.)

 

Commenti