Cronaca
Operazione anti-balordi: verranno sorvegliati da personale scelto
Si torna ai custodi nei parchi
pubblicato il 29 dicembre 2017 alle ore 14:17
immagine
I giardini "Nuvolari", terreno di scorribande da parte di vandali, disturbatori e balordi

Mantova (10:12) Giorni contati per i disturbatori e i vandali da giardino. Il programma più volte annunciato dall’amministrazione teso a limitare la fruibilità dei parchi cittadini nelle ore notturne è ormai definito nei particolari e attende solo il benestare delle aziende collegate al Comune per dare corpo agli attuativi necessari.

(10:22) Gli uffici di viale Fiume sovrintesi dall’assessore alla viabilità e sicurezza Iacopo Rebecchi hanno messo a punto i dettagli del piano per la custodia delle aree verdi, in attesa che per alcune di esse arrivi anche un’azione di recinzione sul modello già collaudato in molte capitali europee, fra cui Parigi e Londra. Intanto si muoverà un corpo si guardiania mobile.

(10:34) Entro gennaio 2018, assicurano gli uffici di Rebecchi, verranno infatti chiuse le pianificazioni con la Tea e con l’Aster, dopodiché il tutto passerà  alle valutazioni della giunta. Il servizio di custodia inizierà nel giugno prossimo partendo dai giardini di viale Piave e dal parco Valentini di corso Vittorio Emanuele. I custodi avranno compito di curare la sicurezza e il decoro dei parchi mantenendosi in contatto con la Polizia locale. Controlleranno i parchi segnalando eventuali situazioni illecite, e si occuperanno di pulizia e piccole riparazioni. Saranno loro insomma il punto di riferimento dei cittadini.

(10:48) «Con questo servizio – ha spiegato Rebecchi – andiamo incontro alle esigenze di sicurezza dei cittadini, e cercheremo di allontanare con queste presenze i malintenzionati e i balordi che a volte stazionano e impediscono la libera fruibilità alle persone perbene. Inizieremo dai giardini Valentini e da quelli di viale Piave - “Nuvolari” – ha proseguito l’assessore –, in quanto sono quelli dove riceviamo le maggiori segnalazioni, e riteniamo che la cittadinanza debba riappropriarsene e viverli tutto il giorno senza paura».

 

 

Commenti