Cronaca
Il riconoscimento all'Istituto "Strozzi"
Scienze agroalimentari: il corso diventa Fondazione
pubblicato il 28 dicembre 2017 alle ore 21:11
immagine
La presentazione della Fondazione

Mantova (ore 16.25) "Siamo davvero contenti di poter fornire agli studenti mantovani la possibilità di formarsi nell'ambito delle scienze agronomiche grazie al percorso che oramai si è concretizzato dell'Its ad indirizzo agroalimentare. - ha spiegato il Presidente della neonata Fondazione Fabio Paloschi – Si è trattato di una gestazione molto lunga, puntellata da difficoltà e rallentamenti burocratici che sono stati superati grazie all'aiuto da parte di tutti coloro che hanno creduto fortemente in questo progetto innovativo per il territorio mantovano".

(17:10) L'idea di fondo del nuovo Its, infatti, è quella di creare nuove risorse umane che siano spendibili in maniera immediata all'interno del mercato del lavoro agroalimentare, settore, per altro, che in questo periodo ha un'alta necessità di persone specializzate da impiegare nei vari ambiti lavorativi. A presentare l'avvenuto riconoscimento della Fondazione al pubblico mantovano sono stati la Consigliere Provinciale Francesca Zaltieri, il Provveditore agli studi di Mantova e Bergamo Patrizia Graziani, l'Assessore Regionale Gianni Fava, l'Onorevole Marco Carra, l'Assessore del Comune di Mantova Marianna Pavesi ed il Presidente della Fondazione Fabio Paloschi.  (m.b.)

(ore 18.20)  Una Fondazione per mettere in campo un corso in scienze agroalimentari alla Bigaterra, distaccamento dello Strozzi di Palidano  Le lezioni partiranno già a fine Gennaio 2018 mentre le iscrizioni saranno attuabili a partire dalle prime settimane di Gennaio 2018 visitando il sito www.itsagroalimentaremn.it. (m.b.)

(ore 20) All'incontro alla Bigaterra di presentazione della Fondazione e del corso di scienze è intervenuto anche l'assessore regionale Gianni Fava  il quale ha elogiato il progetto "Credo che la costituzione della Fondazione e l'imminente partenza del corso biennale tecnico superiore agro-alimentare sostenibile siano una bella operazione, che risponde alle esigenze delle imprese e che ha visto un gioco di squadra fra istituzioni, aziende, privati e mondo della scuola, che e' stato artefice di un progetto". (m.b.)

 

Commenti