Cronaca
Arrestati fratello e sorella: la droga destinata alla zona del Garda
Cocaina nei peluche per bambini
pubblicato il 28 dicembre 2017 alle ore 21:31
immagine
Sequestro di cocaina

Monzambano (19:54) La tenevano nascosta addirittura dentro ai peluche e ai giochi per bambini, ma l’arrivo della Squadra mobile delle Questure di Mantova e Verona ha impedito che la gran quantità di droga, da dentro ai giochi finisse sul mercato dello spaccio. Gli agenti hanno trovato, oltre al materiale per confezionamento e pesatura, poco meno di un chilo (per la precisione 954 grammi) di cocaina e 56 grammi di hashish. La droga, destinata probabilmente al Garda bresciano e veronese oltre che alla provincia di Mantova, sul mercato avrebbe potuto fruttare 70-80mila euro. A finire in manette in due: fratello e sorella, entrambi di origine romena. Lui,  P.N.E., 29enne, e lei,  P.M.E., 25enne, tra l’altro arrivata in Italia da poco. Il giudice ha convalidato l’arresto di entrambi: lui ora è ai domiciliari in attesa del processo, mentre per la sorella non sono state disposte misure restrittive, ma pure lei dovrà presentarsi in Tribunale.

(20:18) Agli agenti era arrivata una soffiata secondo la quale al 29enne era appena giunta una partita di droga piuttosto cospicua. Appostamenti, pedinamenti e osservazioni sono partiti subito e nel giro di breve tempo gli indizi a disposizione degli investigatori si sono fatti via via sempre più concreti. Fino a quando è scattato il blitz da parte degli agenti della Mobile di entrambe le Questure.

(20:34) Quando i poliziotti sono entrati nell’appartamento, il 29enne, in quel momento svestito, è stato invitato a ricomporsi per partecipare alla perquisizione. Quello, per tutta risposta, si è infilato una maglietta e ha tentato la fuga, ma è stato bloccato subito. Dentro la maglietta aveva nascosto un involucro contenente circa 60 grammi di coca. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato, come detto, i due bilancini, l’hashish e i 954 grammi di cocaina nascosti tra l’altro dentro a peluche e giochi per bambini.

(21:05) Ora le indagini della polizia proseguono con l’obiettivo di individuare i fornitori ed eventuali pusher che avrebbero potuto immettere la droga sul mercato al dettaglio. Nell’arco della stessa mattinata, la Mobile di Mantova aveva sequestrato poco meno di un quintale di marijuana a Solferino.

Commenti