Cronaca
Lombardia - Il governatore Maroni risponde ai cittadini
Profughi: la Regione disponibile a investire in Libia
pubblicato il 24 dicembre 2017 alle ore 17:18
immagine
Il governatore Roberto Maroni

Gentile governatore Maroni, il tema degli immigrati che sbarcano sulle nostre coste continua ad essere d’attualità. Questi poi vengono mandati al Nord e nei nostri paesi ormai sono più loro che gli abitanti italiani. I Comuni non reggono più; la Regione non può intervenire sul Governo?

Anna, Mantova

«Gentile Anna, in realtà  la Regione Lombardia si era proposta per una fattiva collaborazione su questo tema. Quando Minniti mi raccontò che avrebbe fatto un incontro con i sindaci della Libia, portando il presidente dell'Anci, Decaro, sindaco di Bari, per avviare una collaborazione, gli dissi che andava benissimo, ma di fare attenzione, perché i Comuni non hanno soldi e che, se avesse voluto avviare una collaborazione forte, facendo investimenti là, per prevenire le partenze, noi saremmo stati disponibili. Da allora non ho più saputo niente e mi spiace, perché avrebbe potuto essere la strada giusta, con gli investimenti infrastrutturali, ma è il ministro che decide e non posso che prendere atto delle sue decisioni. Per quanto mi riguarda lei conosce bene il mio pensiero su questo tema. Ho sempre sostenuto che gli sbarchi si dovevano prevenire creando le condizioni in Libia per non far partire i migranti adottando delle misure strutturali sotto l’egida dell’Onu. Visti i continui sbarchi che si sono fin qui verificati, significa che le iniziative prese hanno avuto ben poco successo. Ricordo solo che da ex Ministro dell’Interno avevo fermato le carrette del mare con tutta una serie di accordi con i paesi del Magreb che diedero riscontri molto positivi».

Roberto Maroni

Commenti