Cronaca
Conclusi i lavori esterni per la nuova illuminazione
Si accende la Rocca di Sparafucile
pubblicato il 23 dicembre 2017 alle ore 20:01
immagine
La Rocca di Sparafucile con la nuova illuminazione

Mantova (17:02) Dopo i lavori di recupero allo skyline di Mantova, si è aggiunta la Rocca di Sparafucile, che per secoli svolse le funzioni di difesa del Ponte di San Giorgio e della città. Negli anni ‘70 i primi interventi di recupero, con interventi sulla struttura: la torre venne sopraelevata con quattro corpi angolari e vennero rimossi gli intonaci. Il Comune ha presentato i lavori del primo lotto per la messa in sicurezza e per la sistemazione della parte esterna della Rocca.

(17:15) Un investimento di 300.000 euro che sono serviti per rendere visibile lo stabile che fino a poco tempo era coperto dalla vegetazione spontanea. Gli interventi hanno riguardato l’accessibilità dell’area, con il recupero del tracciato costituito da due percorsi pedonali storici dalla città verso la Rocca e un altro tratto che raggiunge la zona del parcheggio dei camper. Inoltre è stata studiata un’illuminazione particolare che rende visibile la ex fortezza, da diversi punti della città.

(17:38) «Una giornata importante - ha commentato l’assessore Nicola Martinelli - perchè Mantova torna a riappropriarsi della Rocca di Sparafucile. Abbiamo iniziato dalla parte esterna, con la messa in sicurezza dell’area, rivedendo la zona adibita al verde. Oggi la Rocca è visibile lungo strada legnaghese per tutti quelli che entrano in città». Ora ci sarà un’altra sfida da vincere: riqualificare la parte interna. «E’ in corso un progetto di recupero - commenta Martinelli - ma ci vorranno delle somme importanti pari a 2 milioni di euro».

(18:10) La Rocca, in futuro dovrebbe fungere da Info Point. L’opera è stata appaltata da Aster srl ed è stata eseguita dalla ditta “Profilo ad Arte e Consorzio Stabile di Albiano”. «Il nostro obiettivo - ha commentato il sindaco  Mattia Palazzi- era quello di far vedere ciò che era nascosto. Lo abbiamo fatto con la Rocca e lo stiamo facendo in altri punti della città, riportando in luce, quello che per troppi anni era stato dimenticato».

Commenti