Cronaca
Il consigliere comunale sull’archiviazione del caso Palazzi
Longfils: "Ho fatto il mio dovere"
pubblicato il 23 dicembre 2017 alle ore 19:25
immagine
Il consigliere comunale Giuliano Longfils

Mantova (13:54) «Ho fatto il mio dovere di esponente politico, pubblico ufficiale e anche semplice cittadino». Queste le parole di Giuliano Longfils, consigliere comunale di Forza Italia, autore dell’esposto da cui è scattata l’indagine per tentata concussione nei confronti del sindaco Mattia Palazzi. «Se lo rifarei? Certo che sì" - ha aggiunto Longfils - "Io non ho fatto ipotesi accusatorie. Ho solo spedito un atto alla procura che ha fatto le sue indagini».

(14:14) "Indagini che non sono ancora finite", come ha ricordato lo stesso consigliere forzista a proposito dell’accusa che pende ancora sul sindaco, quella di abuso d’ufficio relativa all’erogazione di fondi alle varie associazioni che hanno chiesto contributi al Comune.

(14:25) Longfils ha infine glissato sul particolare della presunta vittima che è finita sotto accusa. «Questo è un giallo nel giallo. Non dico altro».

(14:38) Di ben altro tenore è stato il commento degli avvocati Giacomo Lunghini e Silvia Salvato, difensori del sindaco. «Siamo molto soddisfatti - hanno dichiarato i due legali - Abbiamo sempre sostenuto quello che è emerso anche dal comunicato della Procura».

Certo, le indagini vanno avanti, ma questa richiesta di archiviazione è un bel regalo di Natale per il sindaco Palazzi.

Commenti