Cronaca
Presentati i dati dal presidente Beniamino Morselli
Mantova, provincia riciclona
pubblicato il 23 dicembre 2017 alle ore 09:37
immagine
Al centro: il presidente della Provincia, Beniamino Morselli

Mantova (17:15) La provincia mantovana è tra le più virtuose dell'intero Stivale; è riuscita ad ottenere persino la prima posizione per quel che concerne la differenziazione dei rifiuti. A darne notizia oggi, venerdì 22 dicembre, nella sede della Provincia sono stati il Presidente Beniamino Morselli, il Vice Presidente Alberto Borsari e il Responsabile del settore rifiuti ed inquinamento della Provincia di Mantova Giampaolo Galeazzi.

(17:35) Il luogo comune è che non ci sia un potenziale guadagno di fronte a tutto l'impegno che si profonde nel cercare di separare ogni tipo di materiale. “I costi derivanti dallo smaltimento sarebbero molto maggiori se le persone non seguissero la differenziata” ha commentato il Presidente della Provincia Morselli. Venendo ai numeri, la rosa dei migliori comuni che riciclano maggiormente è costituita da San Giovanni del Dosso, al primo posto con il 91,04 %, Carbonara Po, al secondo posto con il 90,15%, Casalmoro al terzo con 90,09%, Magnacavallo al quarto con 89,61% e Dosolo con 89,35%. Per rintracciare il Comune di Mantova bisogna scendere di molto nella classifica in quanto ha totalizzato solamente il 79,8% di performance relativa al limite massimo di gestione dei rifiuti. Fascia nera per i comuni di Pomponesco e Castelbelforte che totalizzano relativamente il 42,90% e il 36,62% in ambito di performance.

(h.18:05) Degno di nota è anche l'aumento di tonnellate di rifiuti che sono confluiti alla discarica di Mariana Mantovana nel 2016 ovvero 129.390 con un innalzamento sensibile rispetto al 2015 che ha ricevuto 126.473 tonnellate. Molti sono i rifiuti speciali che provengono da fuori provincia durante il 2016 (107.362 tonnellate) e decisamente inferiore è la quantità conferita dalla provincia mantovana (7.970).

(h.18:25) In aumento, oltre alle percentuali di rendita delle performance di riciclo nell'intera provincia, vi sono anche i comuni che hanno deciso di passare alla raccolta porta a porta rispetto alle tipologie alternative di raccolta. Da un totale di 61 Comuni che non applicavano il porta a porta nel 2005 si è passati oggi ad un totale di soli 6 che rifiutano questa tipologia o che applicano una raccolta mista. I comuni che non fanno parte del porta a porta sono Pomponesco, Rivarolo Mantovano, Castelbelforte, San Benedetto Po, Cavriana ed Acquanegra. (Mendes Biondo)

Video
Commenti