Eventi
L'evento a Palazzo Castiglioni
Disabilità e il circo
pubblicato il 20 dicembre 2017 alle ore 19:20
immagine
Un momento dell'evento

Mantova (h.17:00) Un evento per mettere assieme la disabilità con il circo. Tutto questo è stato possibile grazie all'impegno dell'Associazione "Arte dell'Assurdo" con il patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia che oggi, mercoledi 20 dicembre, presso Palazzo Castiglioni, ha organizzato uno spettacolo laboratorio intitolato “Intrecci AMO ci” con "Altro Circo". Uno spettacolo che ha unito l'ambito del laboratorio con quello ludico creativo di arte circense a cui partecipano giovani con disabilità che prendono parte ad esperienze d'inclusione sociale dove la disabilità diviene abilità. L'artista circense Daniele Giangreco, assieme agli altri membri dell'Associazione "Altro Circo" ha dato vita a un’esperienza unica d'integrazione artistica e culturale nel campo dell’arte circense.

(h.18:15) “Noi abbiamo pensato di coinvolgere i ragazzi disabili per dare loro l'opportunità di sentirsi protagonisti almeno per un giorno di un grande spettacolo – ha spiegato la presidente dell'Associazione Arte dell'Assurdo – e siamo molto contenti della collaborazione che si è venuta a creare assieme ad Altro Circo. Per noi si tratta dell'inizio di una lunga serie di appuntamenti che legano il sociale alla giocoleria circense”.

(h.19:00) Non è mancata l'occasione per ricordare i successi che "Arte dell'Assurdo" ha ottenuto grazie al festival degli artisti di strada. “Famille de la Rue ai cittadini mantovani manca molto – ha spiegato Annalisa Venturini di Arte dell'Assurdo – soprattutto perché i bambini avevano imparato i primi approcci anche a livello di socializzazione. Era l'inizio di un percorso di condivisione delle emozioni e della socialità.” E proprio sul tema della socialità di strada si interseca l'esperienza dell'artista Daniele Giangreco, protagonista con lo spettacolo odierno dedicato ai bambini diversamente abili.

(h.19:30) Si è trascorso un pomeriggio di allegria e di socialità che ha permesso ai ragazzi coinvolti di passare una giornata spensierata conoscendo al contempo quali sono le regole fondamentali delle attività circensi e di sperimentare alcuni aspetti della giocoleria. (m.b.)

 

Foto
Commenti