Provincia
In chiesa i due piccoli feretri
I funerali di Kim e Lorenzo
pubblicato il 20 dicembre 2017 alle ore 22:12
immagine
I funerali di Kim e Lorenzo

Viadana  (ore 1920) Due ali di carabinieri della Compagnia di Viadana hanno formato un simbolico picchetto davanti ai due carri funebri color  panna fermi sul piazzale della Chiesa di S.Pietro.Le piccole bare bianche dei fratellini Lorenzo e Kim  uccisi dalla mamma Antonella Barbieri erano  invece già una di fianco all’altra  davanti all’altare ,sin dal giorno precedente. La folla che ha  partecipato ai funerali i di Kim e Lorenzo non se ne è andata nemmeno alla fine della messa.liturgica. Tutti hanno voluto seguire i due feretri raggiungendo il vicino cimitero dove le due picocle bare sono state tumulate. Il papà Andrea ha sempre mantenuto un contegno dignitoso asciugandosi gli occhi di tanto in tanto, soprtautto quando per l’ultima volta ha sfiorato i coperchi delle due piccole bare per un estermo saluto alle sue piccole creature. Accanto a lui i parenti tutti, con i nonni paterni , cugini e tantissimi amici .Presente  anche la madre di Antonella Barbieri, trasferita  ieri in carcere dall’ Ospedale di Reggio dove si trovava ricoverata in seguito alle ferite autoinfertesi  con lo stesso coltello con cui aveva ucciso il bimbo dopo aver soffocato la bambina nel letto della casa a Suzzara. (r.p,)

Viadana (ore 16) Chiesa gremita  per i funerali dei piccoli Kim e Lorenzo, i bimbi che hanno perso la vita per mano della mamma. Parole toccanti  da parte del parroci presenti e in particolare da parte di don Emanuele Benatti, missionario e congiunto del padre dei piccoli, Andrea Benatti. Decine le persone che hanno voluto stringersi attorno alla famiglia colpita da questa tragedia. Alla fine della cerimonia, tra gli altri, ha preso la parola il sindaco di Viadana, Giovanni Cavatorta, che perso dalla commozione non è risucito a finire il monologo. Tra (r.p.)

Viadana (h.13)  Veglia di preghiera per Lorenzo e Kim martedì sera.  Anche il foglietto distribuito in chiesa dal parroco don Antonio Censori riportava il nome dei due bambini uccisi dalla mamma  Antonella Barbieri. Una cerimonia di altissima intensità e commozione che non è altro che il preludio di quello che avviene oggi (mercoledì 20 alle ore 14.30) con le esequie congiunte. I due piccoli feretri, entrambi bianchi, da ieri a mezzogiorno sono posti davanti all’altare della chiesa di San Pietro e su ciascuna, oltre al ritratto dei due fratellini, è poggiata una piccola rosa bianca. Bianchi anche i gigli e altri cesti di fiori che fanno da corollario. Alla veglia  la chiesa era gremita di circa 500 persone, tra cui naturalmente il papà  Andrea Benatti e i nonni paterni. Durante il momento di preghiera il parroco don Censori, con tutta la delicatezza del caso, ha esortato la famiglia, ora, a non abbandonare Antonella, la mamma dei due piccoli, ma a cercare di uscire da questo tanto grave quanto tragico. Durante la veglia, nella chiesa gremita, le preghiere sono state accompagnate da alcuni brani musicali, tra i quali la Primavera di Chopin. (R.P.)

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Video
Commenti