Cronaca
Scomparso e riapparso
Fuga a Barcellona. Per gli inquirenti il caso è chiuso
pubblicato il 18 dicembre 2017 alle ore 14:58
immagine
Fuga a Barcellona. Per gli inquirenti il caso è chiuso

Mantova Non ci sarebbe bisogno di alcuna indagine e quanto alle tre ore trascorse nella caserma dei carabinieri di via Chiassi, per Ernesto Valerio non si è trattato di un interrogatorio ma di un colloquio per chiarire la vicenda che lo ha visto protagonista. Insomma il caso è chiuso per quel che riguarda la fuga a Barcellona del 34enne imprenditore di Mantova, noto anche per la sua attività di dirigente della squadra di calcio Governolese. Questo almeno quanto risulta da fonti della procura, dove dalle dichiarazioni rilasciate da Valerio ieri mattina ai carabinieri non sarebbero emerse circostanze che facciano pensare a reati o comunque a situazioni degne di approfondimento a livello investigativo. Ernesto Valerio era sparito nel nulla la mattina dello scorso 11 dicembre, quando dopo essere uscito di casa aveva prelevato 1000 euro con il  bancomat.  Da allora telefono irraggiungibile e due appuntamenti di lavoro cui il 34enne non si è mai presentato. La moglie, Giulia Cavicchini aveva subito lanciato l'allarme con appelli anche via facebook. Giovedì sera la svolta, quando il 34enne da Barcellona ha contattato un amico. Il riento a casa nella notte tra sbato e domenica.

Carlo Doda
Commenti