Cronaca
Al Centro Nazionale Biodiversità di Bosco Fontana
Il generale Del Sette in visita ai Carabinieri della Forestale
pubblicato il 12 dicembre 2017 alle ore 17:49
immagine
Il generale Del Sette in visita ai Carabinieri della Forestale

Mantova Il Centro Nazionale Biodiversità Forestale Carabinieri “Bosco Fontana” ha ricevuto ieri la visita del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri generale Tullio Del Sette. Il vertice dell’Arma è stato ricevuto dal responsabile del Centro Nazionale, colonnello Franco Mason assieme al Comandante Provinciale di Mantova colonnello Fabio Federici con il maggiore Simone Martinelli e dal colonnello Alberto Ricci del Gruppo Carabinieri Forestali di Mantova. Hanno contribuito alla migliore riuscita della giornata il Comandante della locale stazione Carabinieri di Marmirolo, maresciallo capo Stefano Dini e il sindaco del Comune di Marmirolo Paolo Galeotti. Il Centro Nazionale di Bosco Fontana è impegnato in ricerche di livello nazionale ed internazionale su settori innovativi quali la citizen science, ovvero la scienza per i cittadini, applicata a progetti di monitoraggio della biodiversità delle aree protette gestite dai Carabinieri in tutta Italia. Il responsabile del Centro Nazionale ha illustrato la struttura, le funzioni e i numerosi progetti europei di cui è capofila. In particolare, il Centro Nazionale ha posto il focus delle proprie attività sulla valorizzazione dei giovani che vi possono trovare qualificanti possibilità di impiego e di specializzazione, valide anche per lo sviluppo delle proprie professionalità. Nel presentazione sono stati illustrati i diversi progetti del Centro Nazionale. La Commissione Europea, in particolare, il progetto Life sul volontariato europeo, approvato proprio in questi giorni a Bruxelles e fortemente perseguito dal presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker. Si tratta di un progetto Life per lo sviluppo della formazione di giovani volontari, in questo caso applicati alle riserve naturali gestite dall’Arma dei Carabinieri. I giovani interessati alla formazione sui monitoraggi attuati dai Carabinieri nelle loro aree protette, potranno iscriversi nelle liste che saranno prossimamente pubblicizzate dal Centro per partecipare attivamente al progetto. L’iniziativa, denominata ESC 360 prevede, in tre anni che i ricercatori dei Carabinieri del Centro Nazionale formino 360 volontari sulle tematiche del monitoraggio della biodiversità. Il Comune di Marmirolo, in accordo con il sindaco, per essere vicino da sempre alle iniziative del Centro Nazionale di Bosco Fontana, sarà uno dei punti di forza e dei promotori per il reclutamento dei giovani volontari. Il Comandante Generale dell’Arma ha quindi visitato i laboratori del Centro, conosciuto il personale ed espresso il proprio apprezzamento per l’alto livello dell’attività scientifica svolta.

 

Carlo Doda
Foto
Commenti