Cronaca
Tre tunisini aggrediscono due giovani davanti al McDonald’s
Picchiato per una sigaretta
pubblicato il 9 dicembre 2017 alle ore 11:06
immagine
L’ingresso del McDonald’s

Mantova Prima gli chiedono una sigaretta, poi lo mettono ko. Succede in pieno centro cittadino in quello che doveva essere un tranquillo pomeriggio di inizio del periodo di festività natalizie. Ne sanno qualcosa - purtroppo per loro - i due cugini di origine marocchina che sono stati pestati in piazza Broletto. Il tutto è avvenuto attorno alle 17.40 del 7 dicembre scorso. Le due vittime - A. Y. nato a Mantova e il cugino A. H. nato in Marocco, rispettivamente di 19 e 18 anni - sono stati aggrediti all’esterno del McDonald’s. Ad avere la peggio è stato il 19enne, raggiunto al volto da schiaffi e pugni da tre soggetti - come ha raccontato il cugino - che si sono poi allontanati. Sul posto sono intervenuti 118 e personale della Polizia di Stato. Mentre il personale dell’ambulanza si è occupato del ferito (sanguinante all’arrivo dei soccorritori), il cugino rimasto incolume ha fornito la propria versione dei fatti agli agenti della squadra Volante. Ad aggredire il 19enne poco prima, ha spiegato, erano stati tre soggetti di nazionalità tunisina, sotto l’evidente effetto dell’alcol. Il gruppetto, sconosciuto ai due cugini, ha prima chiesto una sigaretta ai due, poi - forse a seguito di un diniego - ha deliberatamente aggredito i due.

Commenti