Cronaca
Protagonista un 12enne straniero
Nessun genitore davanti alla suola, si attiva la locale
pubblicato il 14 settembre 2018 alle ore 11:06
immagine
Nessun genitore davanti alla suola, si attiva la locale

Mantova Sembrava un caso di abbandono di minore, invece era solo questione di un fraintendimento dovuto con ogni probabilità alla scarsa dimestichezza con la lingua italiana. È successo ieri all’orario di uscita alla scuola media Bertazzolo, dove i responsabili dell’istituto hanno dovuto trattenere oltre l’orario delle lezioni un 12enne figlio di una coppia bengalese. Questi non avevano firmato la liberatoria per permettere a loro figlio di uscire da scuola per tornare a casa senza essere accompagnato da un genitore o un familiare incaricato. Così, visto che al momento dell’uscita non c’era nessuno cui consegnare il minore, questo veniva trattenuto in istituto in attesa che si presentasse qualcuno. Con il passare dei minuti, però, la probabilità che qualcuno della famiglia del 12enne potesse effettivamente presentarsi si faceva sempre più remota, anche perché ai recapiti telefonici lasciati da questi non rispondeva nessuno. A quel punto venivano interpellati gli agenti della Polizia locale di Mantova, i quali a loro volta si mettevano alla ricerca dei genitori del ragazzino. Alla fine veniva rintracciata la madre, che si presentava finalmente a scuola a riprendere il figlio. Da quel che si è capito tutto sarebbe nato da un equivoco: la donna, al pari del marito, non avrebbe capito bene la regola per cui il figlio poteva uscire e tornare a casa senza essere accompagnato solo se ci fosse stata una delega firmata dagli stessi genitori.

Redazione cronaca
Commenti