Provincia
L'edificio di Cividale è imbragato da mesi
Nessuna notizia sul futuro del campanile di S. Giulia
pubblicato il 12 settembre 2018 alle ore 13:15
immagine
Nessuna notizia sul futuro del campanile di S. Giulia

Cividale (Rivarolo) La bella facciata della chiesa di Cividale, intitolata a S. Giulia, da un pò di tempo appare offuscata da un’antiestetica imbragatura in ferro che avvolge per metà il campanile. Un ponteggio realizzato negli anni passati, e mai più tolto, soprattutto, per evitare che frammenti del rivestimento si staccassero cadendo sulla via sottostante con conseguente pericolo per i passanti.  Un provvedimento  necessario anche perchè la strada che costeggia il campanile e che porta a Spineda viene quotidianamente percorsa da un numero considerevole di veicoli. Un pericolo,  tra l’altro, anche per le famiglie le cui abitazioni sorgono esattamente sotto la torre della chiesa. Da lì  la decisione di mettere in sicurezza la struttura dalla caduta delle mattonelle del rivestimento del campanile. Una scelta preventiva che adesso, però spinge i cittadini a  chiedere che cosa si intende fare di quella torre. A rispondere, per ora, è l’attuale parroco di Cividale, che ha in gestione anche Rivarolo e Spineda. Il tono delle risposte di don Ernesto Marciò lascia intendere quanto sia complessa la soluzione: «Importante era la messa in sicurezza della struttura affinchè calcinacci e altro materiale non cadessero più sulla strada - sottolinea il parroco -. Per il resto posso solo dire che si tratta di un intervento impegnativo e costoso che vede impegnata oltre alla Parrocchia anche la Curia e la Sovraintendenza». Intanto, però quel ponteggio continua ad avvolgere per metà la torre con un effetto estetico non certo piacevole.  I cartelli di inizio e fine lavori sono stati distrutti dalle intemperie mentre alzando gli occhi in alto si vedono sempre più pezzi di ferro che continuano a sgretolare il cemento.
 

r.p.
Commenti