Cronaca
Campagna sicurezza
Suona la campanella, Polizia in campo
pubblicato il 12 settembre 2018 alle ore 11:03
immagine
Suona la campanella, Polizia in campo

Mantova Con il primo giorno di scuola anche la Polizia di Stato torna in classe. Questa mattina, infatti, gli agenti della questura di Mantova, effettueranno dei controlli sugli studenti all’orario d’ingresso e anche d’uscita dei vari istituti cittadini. Un’iniziativa, questa, fortemente voluta dal questore di Mantova Paolo Sartori, e che oltre agli agenti dei vari reparti di Polizia della questura cittadina, in prima linea quelli delle Volanti, i poliziotti di quartiere  e della squadra Mobile, vedrà impiegate anche le unità cinofile della Polizia. Questi controlli sono stati disposti principalmente per contrastare fenomeni quali lo spaccio di sostanze stupefacenti davanti alle scuole, ma nello stesso tempo vogliono dare un segnale di presenza delle forze dell’ordine per contrastare i casi di bullismo sempre frequenti nelle scuole mantovane. A tale proposito, tra l’altro, a breve riprenderà nei vari istituti di Mantova e provincia anche l’attività di incontri con studenti, insegnanti e genitori da parte degli agenti della Polizia Postale di Mantova sul teme del cyber-bullismo e delle problematiche legate al facile accesso da parte dei giovanissimi ai vari social con relativo abuso di questi stessi network. «Bullismo e cyberbullismo sono una piaga preoccupante in crescita - ha commentato a tale proposito l'assessore regionale a per Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione, Riccardo De Corato - . Colgo l'occasione per richiamare l'importanza che hanno gli operatori di Polizia, in particolare di quella Postale e delle comunicazioni che svolgono quotidianamente una funzione strategica e che va potenziata».

Redazione cronaca
Commenti