Cronaca
Sindaco muto da due giorni e segreteria off limits
Giallo in Comune. Sequestrati telefonini
pubblicato il 24 novembre 2017 alle ore 11:08
immagine
Giallo in Comune. Sequestrati telefonini

Mantova Guai in Comune? Problemi per il sindaco? La voce ricorrente da ieri pomeriggio a tambur battente assicura ciò che comunque allo stato dell’arte permane nel dominio delle pure ipotesi. Di acclarato parrebbe esserci soltanto una visita da parte delle forze dell’ordine che si sarebbero recate in via Roma 37 con ben specificate richieste. Accertamenti e richieste di documentazione amministrativa relativa ad atti del governo cittadino. Non solo. Sempre da fonti accreditate si apprende che le operazioni in corso potrebbero aver comportato anche il sequestro di materiale telematico, con specifico riferimento a telefonini. Dal che – ma sono pure deduzioni – si evince che qualcuno starebbe sfrugugliando nella messaggistica degli amministratori, laddove ormai più nessuno fa affidamento sulle telefonate tutte tracciabili e molto spesso anche intercettate. Di più. Chi segue da vicino gli spostamenti del sindaco ha notato qualche anomalia nel suo comportamento. Pochi interventi, poche parole, e soprattutto molta segretezza. Nessuno parla, e le porte della segreteria del primo cittadino – normalmente rapportabili a un porto di mare – risultano chiuse e persino gli appuntamenti pare vengano disattesi. Uno per tutti: la presenza immancabile di Mattia Palazzi agli incontri con i quartieri. A quello di ieri sera a Borgo Angeli lui non c’è andato. 

Commenti