Cronaca
Controlli della Polizia. Gerogiano nei guai
Clandestino e armato di coltello bloccato in pieno centro
pubblicato il 22 novembre 2017 alle ore 20:53
immagine
Clandestino e armato di coltello bloccato in pieno centro

Mantova Nel pomeriggio di ieri, martedì 21 novembre, si sono svolti servizi straordinari di controllo del territorio, coordinati dalla Questura di Mantova, al fine di garantire la sicurezza dei residenti della città capoluogo e dei Comuni limitrofi.  L’operazione si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dal nuovo Prefetto della Provincia, Sandro Lombardi, stabilite in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, e volte al potenziamento delle attività di prevenzione e repressione dei reati che destano maggiore allarme sociale sul territorio della provincia. L’articolato servizio svolto nella giornata di ieri ha interessato i Comuni di Mantova e di Curtatone, ed ha visto un notevole dispiegamento di forze: 4 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, 3 equipaggi della Questura-U.P.G.S.P., una pattuglia della Polizia Stradale ed una della Guardia di Finanza, oltre agli uomini delle Polizie Locali di Mantova e di Curtatone, scesi in campo per lo svolgimento delle attività di specifica competenza. Dopo i recenti episodi accaduti in questo centro cittadino, il Prefetto Lombardi, di concerto con il Questore Pagliazzo Bonanno -  anche al fine di scongiurare l’innalzamento del livello di insicurezza nella cittadinanza -  ha incentivato fattivamente i  controlli di polizia nella zona in questione, ossia piazza Cavallotti e zone limitrofe:  ciò che è avvenuto in occasione del servizio di ieri mediante identificazioni delle persone e verifiche all’interno degli esercizi pubblici ivi presenti. L’attività di controllo si è concentrata poi nei quartieri cittadini di  Lunetta e Ponte Rosso, e presso i giardini Tazio Nuvolari, in passato oggetto di segnalazioni da parte dei cittadini preoccupati per il reiterarsi di reati contro la persona e  spaccio di sostanze stupefacenti. Con le unità operative impiegate, sono stati inoltre effettuati posti di controllo nelle principali vie di accesso alla città,  con verifica documentale delle persone fermate. Durante i controlli effettuati in questo centro cittadino, la volante intercettava due individui, che si aggiravano con fare sospetto in questa via Pescheria, e che, alla vista degli operatori,  tentavano la fuga. Prontamente bloccati dopo un breve inseguimento, gli stessi venivano identificati per A.G. classe 1981, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio  e K.D., classe 1988, entrambi cittadini georgiani. Perquisiti, gli stessi venivano trovati in possesso di 2 coltelli multiuso, con lama di 6 cm, con ogni probabilità da utilizzare per scopi illeciti.  I coltelli venivano sequestrati e le persone denunciate per porto abusivo di armi. Il cittadino georgiano A.G, in quanto irregolarmente presente sul territorio nazionale, veniva successivamente messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’avvio delle procedure di espulsione.

 

 L’incisiva azione coordinata ha garantito – complessivamente - il conseguimento dei seguenti risultati:

 

  • Persone identificate: nr. 146 - di cui15 cittadini extracomunitari;
  • Persone con precedenti: nr. 19;
  • Veicoli controllati: nr. 95;
  • Contravvenzioni al CDS elevate: nr. 10;
  • Posti di controllo: 11;
  • Esercizi pubblici controllati: 4.
Carlo Doda
Commenti