Cronaca
Il sindaco propone una revisione della viabilità
Porta Cerese, si allarga il passaggio a livello
pubblicato il 3 novembre 2017 alle ore 12:00
immagine
Porta Cerese: tramontati sottopassaggio e rotatorie

Mantova Dopo anni di assoluto immobilismo sull’intricatissima vicenda di piazzale Mondadori, finalmente inizia a vedersi una luce in fondo al tunnel: ieri sera infatti, dopo essere stata presentata in giunta lo scorso 16 ottobre, è stata proposta anche in commissione territorio la variante al piano delle regole riguardante la realizzazione di un supermercato “Esselunga” in piazzale Mondadori, e non come era inizialmente previsto a Porta Cerese dove insiste il rudere del palazzetto dello sport. Quanto alla valutazione ambientale strategica (Vas), la giunta ha inoltre individuato quale autorità procedente il dirigente del settore territorio e lavori pubblici, mentre l’autorità competente spetterà al dirigente del settore ambientale. Resta nondimeno da chiarire chi sarà tenuto a mettere mano al nodo viabilità di porta Cerese. Qualche settimana fa durante un incontro tra la giunta comunale e il quartiere di Te Brunetti, fu lo stesso sindaco Mattia Palazzi a fare alcune anticipazioni sulla mobilità di PortaCerese, dove con poche risorse, e mediante l’allargamento a più corsie dell’attuale passaggio ferroviario, oltre che con la semplificazione delle direttrici tra via Brennero, via Parma e via Visi (avvalendosi al contempo anche dell’utilizzo di semafori all’avanguardia), a detta del primo cittadino si sarebbe provveduto a razionalizzare la circolazione, evitando nel contempo la costruzione di un sottopasso. Tale infrastruttura, oltre a determinare notevoli problemi
tecnici nella sua realizzazione, avrebbe gravato pesantemente sulle casse pubbliche.

Commenti