Cronaca
Nulle quelle fatte senza bando
Tea, stop alle assunzioni libere
pubblicato il 28 ottobre 2017 alle ore 11:20
immagine
Tea, stop alle assunzioni libere

Mantova Stop assunzioni discrezionali nelle aziende partecipate a prevalente capitale pubblico. Dopo anni di interpretazioni elastiche delle normative si è arrivati alla definizione che metterà importanti paletti anche alla Multiutility mantovana Tea Spa, che il Quotidiano degli enti locali rimanda all'articolo 19 del decreto legislativo 175/’16 sinora disatteso. In breve, le società a controllo pubblico devono stabilire, con propri provvedimenti da pubblicare obbligatoriamente sul loro sito), criteri e modalità per il reclutamento del personale «nel rispetto dei principi europei di trasparenza, pubblicità e imparzialità». Qualora questi provvedimenti non vengano adottati, il decreto Madia prevede l'applicazione diretta alle società dell'articolo 35, comma 3, del decreto legislativo 165/’01. In assenza dei provvedimenti o delle procedure di carattere pubblicistico, le stesse assunzioni già effettuate sono nulle, salvo quanto previsto dall'articolo 2126 del codice civile in tema di salvaguardia del diritto alla retribuzione per il periodo di lavoro prestato, e il tutto passerà per le mani del giudice ordinario.
 

Commenti