Cronaca
Confronto tra biblisti nel cuore di Mantova
Profeti maggiori e minori
pubblicato il 27 ottobre 2017 alle ore 12:02
immagine
I profeti nelle statue del duomo di Mantova

Mantova Si sta svolgendo in questi giorni in città il convegno biblico internazionale. Fino a domani la nostra città accoglie una serie di approfondimenti dedicati ai profeti maggiori e minori. Questo rapporto tanto significativo quanto forse non sufficientemente indagato è l’obiettivo del convegno Profeti maggiori e minori a confronto , che si è aperto ieri presso il Palazzo vescovile. L’iniziativa, di rilievo internazionale, è promossa dall’Associazione biblica italiana (Abi) insieme al Centre de Recherches Ècritures dell’Université de Lorraine (Francia) e in collaborazione con la diocesi di Mantova. Il comitato scientifico e organizzatore comprende esperti biblisti: don Luca Mazzinghi (presidente dell’Abi e docente alla Pontificia Università Gregoriana); Elena di Pede (docente all’Université de Lorraine); Donatella Scaiola (docente all’Università Urbaniana); don Marco Mani (parroco di Castel d’Ario e docente presso lo Studio Teologico di Mantova) e don Guido Benzi (docente all’Università Salesiana). Ieri pomeriggio i lavori si sono aperti con una riflessione sul tema Profeti maggiori e minori: diverse organizzazioni e conseguenze di natura ermeneutica e teologica e una relazione dal titolo La situazione nei testi di Qumran. Oggi, invece, a partire dalle 9, le prime due sessioni vere e proprie: la mattina sarà dedicata a Isaia e i Dodici, mentre il pomeriggio l’analisi continuerà sul tema Geremia e i Dodici. Domani mattina alle 9 l’ultimo momento del convegno, orientato sulla figura del profeta Ezechiele.
 

Commenti