Rubriche
Il meteo
Ancora temporali, poi da mercoledì torna l'afa
pubblicato il 16 luglio 2018 alle ore 11:09
immagine
Ancora temporali, poi da mercoledì torna l'afa

Mantova  I temporali sparsi della scorsa notte hanno annunciato un cambiamento che ha messo fine alla breve incursione dell'alta pressione africana. Altri temporali arriveranno oggi pomeriggio e in serata, anche se non si tratterà di un peggioramento troppo serio. Già domani il cielo tornerà per lo più soleggiato e le temperature riprenderanno a salire. 
Grazie ad una certa tenuta dell'alta pressione africana, la settimana non sarà infatti così instabile. Al netto dei temporali delle prossime ore, da domani a venerdì è prevedibile tempo tutto sommato buono, pur con i soliti annuvolamenti pomeridiani più o meno compatti. Anche le temperature saranno pienamente estive, con valori pomeridiani che dai 30 gradi di domani si porteranno verso i 32/33° di mercoledì e giovedì e con una certa sensazione di afa. 
Riflettori puntanti, intanto, sul nuovo peggioramento atteso nelle prossime ore. Un sistema frontale alimentato da aria molto fresca oceanica transiterà infatti entro sera sul nord Italia. Nuovi temporali sono prevedibili quindi anche in pianura dal tardo pomeriggio alla serata, con il rischio concreto di fenomeni intensi e grandinigeni, specie se la giornata avrà visto qualche ora di sole sufficiente a surriscaldare i bassi strati dell'atmosfera padana. Le temperature massime scenderanno dai 32 gradi di ieri a 28/29 gradi. Al transito dei temporali, si prevede un certo calo termico, quindi una prossima notte decisamente più fresca. 
Come preannunciato, già domani il tempo si aggiusterà. Nel pomeriggio non mancheranno le nubi, ma non sarà difficile raggiungere i 30 gradi. Solo con l'arrivo del prossimo fine settimana una nuova figura di bassa pressione transiterà sul nord Italia dando vita ad un nuovo passaggio temporalesco dalla tarda serata di venerdì. 
Al momento, pur con qualche nube di troppo, l'estate 2018 prosegue all'insegna della stabilità. L'anticiclone delle Azzorre ha però qualche problema e non riesce ad abbracciare appieno l'Europa mediterranea, delegando la propria funzione estiva al collega africano, spesso con poco successo. Di conseguenza, non raggiungeremo per ora le temperature toccate spesso, sia in luglio che in agosto, negli ultimi anni con la sola eccezione del 2014. 
Il mese di luglio più caldo più caldo degli ultimi trent'anni, anche di quello del 2003, è quello del 2015, uno dei cinque mesi in assoluto più bollenti di sempre. Se quest'anno abbiamo registrato fino ad oggi appena una giornata con una massima vicina ai 34 gradi, nel 2015 tale valore era stato superato durante il mese ben 15 volte, fino a raggiungere i 39 gradi in città il giorno 22 (venne battuto il record del 1957), ma anche i 40° in più di una stazione di provincia. Nulla del genere è all'orizzonte nemmeno nella seconda metà del mese. I temporali attesi oggi, oltre a produrre un certo refrigerio avranno anche il merito di riportare un po' di pioggia in un luglio in verità non così piovoso: ad oggi sono caduti sulla città meno di 15 millimetri rispetto ai 75 previsti nel mese della media. 
Alessandro Azzoni
 

Redazione cronaca
Commenti