Sport
Calcio Terza Categoria
Nicola Novi, il patron goleador dell'Ostiglia
pubblicato il 25 settembre 2017 alle ore 21:10
immagine
Nicola Novi, il patron goleador dell'Ostiglia

Ostiglia Questa pazza estate ha consegnato agli annali la scomparsa della Dak e la rinascita del calcio nella città di Cornelio sotto le insegne dell’Ostiglia 1908: uno dei motori di questo nuovo sodalizio è stato sicuramente Nicola Novi, difensore e mediano di lungo corso, che a 34 anni ha deciso di tornare a giocare in categoria con la maglia del suo paese di origine, rivestendo anche la carica di presidente. Novi è andato in gol domenica nella partita - persa - con il Segnate, direttamente su punizione. «Dall’Hostilia all’Ostiglia, il passo è breve - racconta Nicola - l’ultimo gol l’avevo segnato proprio alla squadra del mio paese con la maglia del Felonica nell’annata 2014/15, il portiere era Fausto Negrelli». Stavolta è toccato al portiere granata Roveri: palla che scavalca la barriera, bacia il palo e si insacca. «Alla fine il loro portiere mi ha fatto i complimenti - spiega Novi -: purtroppo il gol non è servito a fare punti, ma le ultime due sconfitte con scarto minimo ci dimostrano che la nostra formazione, pur messa assieme in poche settimane, può essere la base per un nuovo corso da sviluppare nei prossimi anni. Contro il Segnate, squadra di rango, avremmo potuto anche incassare un gol in più, ma abbiamo fallito qualche opportunità ghiotta. L’importante, adesso, è fare punti contro la Mantovana, compagine alla nostra portata. Ma non dobbiamo dimenticare che la Terza è complicata: i nostri prossimi avversari, per esempio, hanno preso sei gol all’esordio e poi sono andati a pareggiare contro il forte Sustinente. Dunque, occhi aperti».  (gluc)

Luca Giacomelli
Commenti