Cronaca
Piazza blindata
Funziona il piano sicurezza
pubblicato il 11 luglio 2018 alle ore 12:29
immagine
Funziona il piano sicurezza

Mantova  Misure di sicurezza a livelli altissimi per il concerto di ieri sera dei Jamiroquai. Non c’è da stupirsi, anzi. Da quando, negli ultimi anni, si fanno i concerti, anzi maxi concerti, in piazza Sordello, sulla sicurezza non si scherza. Complice, purtroppo, il periodo storico nel quale ci troviamo, il periodo degli attentati di Nizza, Barcellona e via discorrendo, il periodo in cui chi si occupa della tutela delle persone presenti a questi eventi è impegnato oltre ogni misura. Ma passiamo dalla retorica alla cronaca. Dicevamo, misure di sicurezza. Oltre a jersey, i blocchi di cemento antisfondamento piazzati nelle strade che accedono a piazza Sordello, c’erano anche delle pesanti croci in ferro. Anche in questo caso lo scopo era evitare il transito dei mezzi. La piazza, come risaputo, è stata blindata intorno alle 15. Di lì a poco è iniziato il sopralluogo degli agenti della Questura, seguito da quello dei poliziotti con i cani molecolari. Un’altra situazione alla quale spesso si assiste durante eventi di questa portata. Nel frattempo, mentre le forze dell’ordine svolgevano il loro lavoro, è andato avanti per buona parte del pomeriggio il sound check dei Jamiroquai. Nel tardo pomeriggio, è iniziato di conseguenza l’afflusso degli spettatori verso il palco. Anche in questo caso, non sono mancati i controlli ai vari zaini e borse. Insomma, la più classica delle situazioni alle quali si assiste prima dell’inizio di un grande show. Ad ogni modo, anche questa volta la macchina della sicurezza è stata impeccabile e, sicuramente, si rimetterà in moto più volte questa settimana, complici gli altri maxi concerti (il festival rap, Gianna Nannini, il Radio Bruno Estate e i Massive Attack) in programma da oggi fino a domenica.

(bonfed)
Foto
Commenti