Sport
Calcio Serie D
Mantova: 10 gol alla Juniores nel test
pubblicato il 21 settembre 2017 alle ore 21:54
immagine
Mantova: 10 gol alla Juniores nel test

Mantova In queste prime uscite di campionato abbiamo imparato che gli allenamenti della settimana non possono essere attendibili, perchè per quanto concerne gioco e impegno, si vede esattamente l’opposto. Lo è stato la settimana scorsa e ora domenica bisognerà vedere se l’antifona è cambiata. Ieri il Mantova le ha suonate alla formazione Juniores di Bozzini con dieci gol. Non è un match abbastanza attendibile per dire che i problemi sono risolti, ma per lo meno sul piano del gioco qualcosa di più concreto si è visto. Specialmente sul fronte offensivo. Andiamo con ordine e iniziamo dalla novità principale, anche se alla fine era già stata annunciata ad inizio settimana. Mister  Cioffi cambia modulo. Dal 4-3-3, si passa al 3-5-2, per coprire meglio il campo e soprattutto per togliere spazio alla manovra degli avversari. Anche se nel secondo tempo sono arrivati più gol, a dare maggiori indicazioni di gioco, è stata la prima frazione, dove di fatto è stato provato l’undici che salvo sorprese partirà titolare nel match di Belluno.  Lombardo tra i pali. In difesa  Moi, Cascone, Ferraro, saranno i tre centrali. Cascone, arrivato la settimana scorsa, dunque, dovrebbe essere pronto per fare il suo esordio in campionato con la maglia biancorossa. Sulla linea di centrocampo  Baldinini, Correa, Santoni, Franchini, Riccò, con i due esterni che da correre ne avranno. Con la presenza dell’esperto Correa, ci si aspettano anche delle geometrie di gioco differenti e più insidiose, da sfruttare con le due punte che saranno  Carrasco e  Speziale. Di ieri è da registrare il super match dell’ex attaccante del Lumezzane. Ieri davvero in grande spolvero e autore di una tripletta con colpi testa e tiro al volo. Gli altri gol sono stati realizzati da Baldinini, Dragone, Conti, Palma, Saccavino e doppietta Debeljuh. Tutti segnali positivi che poi bisogna confermare anche sul campo all domenica pomeriggio. Questi gli uomini che dovrebbero partire domenica. Il 4-3-3, provato nella ripresa è servito più che altro per provare delle alternative, che restano valide, specialmente sul fronte offensivo. A differenza dello scorso match, scalpiterà dalla panchina  Debeljuh, ma soprattutto bisogna vedere cosa deciderà di fare Cioffi con  Suriano e  Felici, che da oggi tornano a disposizione. Chissà che con questo cambio di modulo la squadra già da domenica possa offrire uno spettacolo dignitoso, rispetto a quanto visto domenica scorsa contro il Montebelluna e due settimane fa contro il Cjarlins. Il fatto di affrontare la capolista in questo momento delicato può essere anche uno stimolo per tutti i giocatori, che devono sfruttare questi novanta minuti per dimostrare di poter essere dei giocatori da Mantova. In casa biancorossa, come tutti i tifosi, ci si augura che possa essere la gara della svolta. Certo, il Mantova delle ultime due giornate di campionato non promette nulla di buono, ma gli allenamenti della settimana lanciano continuamente dei segnali positivi. Palla al campo e poi di vedrà se la “sfuriata” d’inizio settimana sarà servita per cambiare la pelle di questo Mantova che sta faticando a diventare una squadra.

Redazione Sport
Commenti