Provincia
La proposta della minoranza
La Polizia locale di Mantova si armi di “taser”
pubblicato il 10 luglio 2018 alle ore 11:52
immagine
La Polizia locale di Mantova si armi di “taser”

Mantova  MantovaI consiglieri comunali civico Luca de Marchi,  Paola Bulbarelli,  Caterina Badalucco bulbarelli e il leghista  Massimo Zera  hanno depositato una raccomandazione alla giunta  Palazzi a seguito della firma del decreto da parte del ministro dell'interno Matteo Salvini, lo scorso 4 luglio, per dotare in via sperimentale di taser le forze di  polizia, i carabinieri e la guardia di finanza in undici città: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi. Il decreto arriva al termine di un complesso iter partito nel 2014. Il taser è un'arma che fa uso di impulsi elettrici per inibire i movimenti del soggeto colpito, ed è utilizzato dalle forze dell'ordine in oltre cento paesi del mondo: in Europa, tra gli altri, Francia, Germania e Regno Unito. «Si raccomanda   alla giunta  di aderire alla proposta della Regione  che dà fondi ai comuni che comprano taser e spray al peperoncino per la Polizia locale – spiega una nota –. L’assessore regionale alla sicurezza De Corato annuncia un bando di finanziamento per i comandi di Polizia locale. La stessa Regione  darà fondi ai Comuni che dotano la polizia locale di taser e spray al peperoncino». «Scriverò una lettera a tutti i sindaci e comandanti della polizia locale – aveva dichiarato l’assessore regionale –  per informarli e invitarli a partecipare al bando finalizzato a dotare i propri vigili di questi due strumenti necessari soprattutto in caso di aggressione».

Redazione cronanca
Commenti