Sport
Tennis
Zeppieri trionfa agli Italiani U16 della Canottieri Mincio
Vince singolare e doppio (con Sinner)
pubblicato il 10 settembre 2017 alle ore 20:37
immagine
Zeppieri trionfa agli Italiani U16 della Canottieri Mincio

Mantova  Giulio Zeppieri è il neo campione italiano under 16. Il mancino di Latina si è imposto in una finale molto combattuta e spettacolare, purtroppo giocata sotto il campo coperto che a stento ha contenuto il numeroso pubblico accorso per la finale. E non contento del titolo del singolare ha vinto anche lo scudetto del doppio con Jannik Sinner.  Ha arbitrato entrambe le finali il  giudice di sedia mantovano Adriano Cattaneo, compito non facile il suo per la velocità della palla  ma aiutato dall’estrema correttezza e sportività di tutti i ragazzi. Il match inizia all'aperto, ma dopo due games, un break per parte, comincia a piovere e il campo di gioco diventa impraticabile. Zeppieri e Giacomo Dambrosi si martellano da fondo campo con un ritmo indiavolato: è un gioco al massacro, a chi tira più forte. Zeppieri spreca una palla break sul 2/1 e altre tre occasioni per togliere il servizio all'avversario sul 4/3; manca anche un set point sul 5/4, ma poi si aggiudica il set  (7/5) favorito d un errore di Dambrosi. Nel secondo set, Zeppieri toglie il servizio a Dambrosi e passa a condurre 3/1. Controbreak immediato di Dambrosi. Ed è il triestino che brecca ancora Zeppieri e va in vantaggio 5/4, ma non sfrutta l'occasione di chiudere il set con il servizio a disposizione: in questo frangente, per sua sfortuna la prima di battuta non gli è mai entrata. E’ invece Zeppieri, che dopo aver chiesto l'intervento della fisioterapista Francesca Pavesi per una contrattura a braccio, toglie nuovamente il servizio e chiude il set favorito da un banale errore di rovescio di Dambrosi. E’ stato un epilogo molto intenso: quasi due ore (esattamente 1h e 57 minuti) di tennis spettacolo, una finale degna di un campionato italiano. Nel pomeriggio è stata la volta del doppio iniziato in ritardo per un inconveniente: Sinner e Zeppieri non avevano la maglia simile (come prescrive il regolamento) e meno male che il maestro Simeoni ne ha prestato una delle sue a Sinner. I due ragazzi sono vincolati da sponsor che li obbligano a vestire un certo abbigliamento: Jannik Sinner (Head) e Giulio Zeppieri (Babolat) avevano i colori della maglia diversi. Comunque l'incontro è stato molto equilibrato ed è terminato in 1 ora e 45 minuti al long tie break che sostituisce il terzo set. Meritato il successo di Zeppieri e Sinner (quest'ultimo ha giocato con molta intelligenza e senso della posizione) su Marco Furlanetto e Michele Vianello. Il presidente della Canottieri Mincio Massimo Dal Forno, oltre a tutti i volontari, ha ringraziato gli sponsor e in particolar modo il Comune di Mantova,  Bicimania che ha offerto una meravigliosa bicicletta elettrica del valore di 4000 euro portata a casa da Zeppieri e l'oreficeria Piccinini (che ha donato un orologio ritirato da Dambrosi). La manifestazione si è chiusa con l'auspicio che la Federtennis possa assegnare alla Canottieri Mincio il prossimo anno l'organizzazione di un campionato italiano under.

Risultati delle finali  -  Singolare: Zeppieri (2.4 Capanno Tennis Academy Latina) b Dambrosi (2.7 Tc Triestino) 7/5 7/5. Doppio: Zeppieri (2.4 Capanno Tennis Academy)-Sinner (2.4 Tc Italia Forte dei Marmi) b Furlanetto (2.5 Tc Fitalia Forte dei Marmi)-Vianello  (2.4 Sc Sassuolo) 4/6 6/4 tb 10/3.

Redazione Sport
Commenti