Provincia
Interventi nella scuola media di Goito
I prof rimettono le aule a nuovo
pubblicato il 11 settembre 2017 alle ore 09:42
immagine
La delegazione in una delle classi ritinteggiate

Goito  Comune e mondo della scuola sono tra i protagonisti del progetto “Classi belle”. Un progetto che si è tradotto in una prima fase nella tinteggiatura studiata ad hoc di 4 classi, con alcune delle ritinteggiature che sono state realizzate dai professori dell’istituto stesso.
Gli studenti di Goito si preparano ad iniziare il nuovo anno scolastico e tra le novità predisposte per stimolarli a vivere il percorso formativo con maggior entusiasmo vi è quella della sistemazione di alcune aule. Ieri mattina nel plesso che ospita le scuole medie, infatti, è stato presentato il primo risultato del progetto promosso dal Comune in piena sintonia con la dirigenza dell’istituto comprensivo Sordello. I ragazzi e le ragazze infatti, al ritorno sui banchi di scuola si troveranno all’interno di ambienti studiati appositamente per favorire quanto più possibile il loro interesse nei confronti delle materie di studio. Ieri mattina nella scuola erano presenti il dirigente scolastico Angel o Panini affiancato dalla sua prima collaboratrice Rita De Biasi, e per l’ente locale il vice sindaco Paolo Boccola, che aveva con sé anche la responsabile comunale dell’area scolastica Elisa Zantedeschi, l’assessore Deborah Izzo e il consigliere delegato alla biblioteca Martina Villagrossi. Nell’occasione sono state presentate le quattro aule che sono state ritinteggiate con colori e criteri che faranno sentire gli studenti più a loro agio. «Significative - ha ribadito Boccola - sono le sinergie che si sono individuate con il mondo scolastico goitese, sinergie che hanno portato in questa prima fase alla realizzazione di questo progetto, ma che hanno creato le condizioni affinché nel corso del mandato si possano dar vita ad altre iniziative. Il dirigente scolastico da parte sua si è detto soddisfatto del risultato, risultato conseguito anche grazie alla preziosa collaborazione ricevuta dal corpo docente. Da parte dell’istituto anche interventi su due aule che adibite a percorsi per ragazzi e ragazze che hanno esigenze particolare.  (g.b.)

Commenti